Rimediare allo stato di abbandono nel quale versano le tombe di Francesco De Sanctis e Pasquale Stanislao Mancini e l’intero “quadrato” degli uomini illustri del cimitero di Poggioreale. È quanto chiede in un’interrogazione a risposta scritta Angelo Antonio D’Agostino (SC-ALA CLP-MAIE) ai ministri dei Beni culturali e dell’Interno in occasione del bicentenario della nascita delle due personalità che hanno dato “un contributo importante alla crescita del nostro Paese, alla sua innovazione e al riscatto delle popolazioni meridionali”. Secondo D’Agostino “è sconcertante che le tombe dei due, che riposano nel cimitero monumentale di Poggioreale, versino in un intollerabile stato di abbandono, così come recentemente documentato da un’emittente televisiva della provincia di Avellino. Il cosiddetto ‘quadrato’ degli uomini illustri è meta di vandali che con facilità riescono ad accedere e a profanare le tombe”. Per questo occorre, “un intervento delle autorità competenti per assicurare adeguata tutela a un luogo che è di interesse nazionale, anche sollecitando opportunamente l’intervento del comune di Napoli e della polizia locale” valutando in caso “l’opportunità che le spoglie di De Sanctis e Mancini tornino in Irpinia, affinché abbiano finalmente il rispetto e il decoro che meritano”.

 

Articoli correlati