Promuovere non solo il turismo nelle grandi città ma anche percorsi alternativi, per esempio nei piccoli borghi o nei circuiti enogastronomici: è una delle tematiche al centro della visita in corso in Argentina della sottosegretario ai beni culturali e turismo, Dorina Bianchi. Lo comunica una nota. “Si punta in altre parole al ‘turismo esperienziale’ su diversi fronti, tra gli altri appunto la cultura e la gastronomia, ha aggiunto Bianchi intervenendo alla Fit, ‘Fiera Internazionale del Turismo dell’America Latina’, che si svolte a Buenos Aires, dove ha tra l’altro visitato la sede dell’Enit. La missione della sottosegretario non si limita solo alla capitale, visto la visita in programma domani a Rosario, città gemellata con Matera, capitale europea cultura 2019. Una particolare attenzione è tra l’altro dedicata a Calabria, Marche e Campania, regioni presenti nello stand Italia della Fit”. “Con l’Argentina occorre valorizzare i legami storici e culturali dovuti anche alla forte migrazione italiana”, ha aggiunto la sottosegretario, che a margine della Fit ha tra gli altri incontrato il ministro del turismo, Gustavo Santos.

L’offerta del turismo Italia rappresenta “un potenziale immenso che può essere sfruttato attraverso una promozione condivisa del Paese, come dimostra il padiglione realizzato alla Fit da Enit insieme alle Regioni. Vogliamo continuare a investire all’estero, dove la presenza di Enit è importante”. L’ormai prossima settimana della cucina italiana permette d’altro lato di “rafforzare il legame culturale tra i nostri paesi”, ha sottolineato Bianchi, ricordando inoltre il recente accordo Alitalia-Aerolineas Argentinas per incrementare i flussi turistici. “C’è poi il fronte della comunità degli italo-argentini, di fatto la seconda al mondo dopo quella italo-brasiliana e seguita dagli italoamericani. L’Italia punta quindi “a far conoscere alle nuove generazioni di argentini il Paese da cui ha origine la loro storia, che hanno iniziato a immaginare nel racconto dei loro nonni”. Il nostro, ha ricordato Bianchi, è il Paese più biodiverso al mondo dal punto di vista naturalistico, il più ricco di arte”.

Rispondi