Camera dei deputati - palazzo Montecitorio - manovra culturaLa settimana della cultura alla Camera si apre martedì con l’audizione in Commissione cultura del direttore generale dello spettacolo del Mibact Onofrio Cutaia nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulle buone pratiche della diffusione culturale. Il giorno dopo sarà la volta di Antonio Lampis, direttore generale Musei. Riprende anche l’esame dei decreti legislativi previsti dalla delega contenuta nella legge sul Cinema del 2016 dopo l’arrivo dei pareri del Consiglio di Stato e della Conferenza Stato-Regioni. Proseguono anche gli esami dei provvedimenti per le celebrazioni di Ovidio e di Gioacchino Rossini. Si attende ancora (giovedì 16 in Commissione Bilancio) la relazione tecnica della Ragioneria dello Stato relativa alla pdl Realacci sulle Rievocazioni storiche.

MARTEDÌ 14

Alle 11,30 la Commissione Cultura riprende le audizioni nell’ambito dell’indagine sulle buone pratiche della diffusione culturale. All’ordine del giorno l’audizione del direttore generale per lo spettacolo del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, dott. Onofrio Cutaia, e di esponenti e testimoni di progetti di educazione alla cultura a scuola e sui territori. Nell’ultima seduta la Commissione ha sentito l’esponente del Fai – Fondo Ambiente Italiano, Bosco Martinez.

Al termine la Commissione esamina lo Schema di decreto legislativo recante disposizioni in materia di tutela dei minori nel settore cinematografico e audiovisivo (relatrice Anna Ascani). Nell’ultima seduta la Commissione ha rinviato la trattazione alla luce dell’arrivo dei pareri del Consiglio di Stato e della Conferenza Stato-Regioni. (per approfondimenti: Cinema e audiovisivo, Consiglio di Stato: rilievi su dlgs lavoro, bene gli altri).

A seguire, la VII Commissione affronta in sede referente la proposta di legge Istituzione dell’anno ovidiano e celebrazione della ricorrenza dei duemila anni dalla morte di Ovidio (relatore Umberto D’Ottavio). Nell’ultima seduta è stato concluso l’esame preliminare del provvedimento ed è stato adottato quale testo base quello approvato dal Senato. Il 20 ottobre è scaduto il termine per la presentazione degli emendamenti. (per approfondimenti: Senato, via libera al ddl per i duemila anni dalla morte di Ovidio. Testo passa alla Camera).

In commissione Affari Costituzionali si esamina la ratifica ed esecuzione dei seguenti Accordi di coproduzione cinematografica, già approvati al Senato: a) Accordo di coproduzione cinematografica tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo della Repubblica federativa del Brasile, con Allegato, fatto a Roma il 23 ottobre 2008; b) Accordo di coproduzione cinematografica tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo della Repubblica di Croazia, con Allegato, fatto a Zara il 10 settembre 2007; c) Accordo di coproduzione cinematografica tra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo dello Stato di Israele, con Allegato, fatto a Roma il 2 dicembre 2013; d) Accordo di coproduzione cinematografica tra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo della Repubblica d’Ungheria, con Allegato, fatto a Roma l’8 giugno 2007 (Relatore Dieni).

Dalle 14 la Commissione Bilancio esamina in sede consultiva per il parere alla VII Commissione il disegno di legge che reca Disposizioni per la celebrazione dei centocinquanta anni dalla morte di Gioacchino Rossini (Relatore Preziosi).

MERCOLEDÌ 15

Alle 14 in Commissione Cultura prosegue l’indagine sulle buone pratiche della diffusione culturale: audizione del direttore generale per i musei del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, dott. Antonio Lampis, e di esponenti e testimoni di progetti di educazione alla cultura a scuola e sui territori.

Alle 15 le Commissioni riunite Cultura e Lavoro riprendono l’esame dello Schema di decreto legislativo recante disposizioni in materia di lavoro nel settore cinematografico e audiovisivo (relatrice per la VII: Giulia Narduolo). Anche in questo caso nell’ultima seduto l’esame era stato rinviato per l’arrivo dei pareri.

Alle 15,30 le Commissioni riunite Cultura e Trasporti e telecomunicazioni affrontano lo Schema di decreto legislativo recante riforma delle disposizioni legislative in materia di promozione delle opere europee e italiane da parte dei fornitori di servizi di media audiovisivi (relatrice per la VII: Lorenza Bonaccorsi).

Alle 12 scade il termine per la presentazione di emendamenti sulla proposta di legge, già approvata dal Senato, che prevede “Disposizioni per la celebrazione dei centocinquanta anni dalla morte di Gioachino Rossini”. Nell’ultima seduta la VII Commissione ha concluso l’esame preliminare del provvedimento e fissato a mercoledì il termine per la presentazione degli emendamenti. Il testo, come ricordato dalla relatrice Irene Manzi, è già stato approvato dall’Assemblea del Senato il 26 settembre 2017, si compone di 5 articoli. Dichiara il 2018, nel quale ricorrono 150 anni dalla morte di Gioachino Rossini, ‘anno rossiniano’ e, come indicato dall’articolo 1, mira a celebrare la figura del musicista e a valorizzarne l’opera. Si tratta inoltre di un’iniziativa che – come nel caso dell’altra proposta di legge approvata dal Senato, in corso di esame, relativa ad Ovidio – si affianca al circuito ordinario per lo svolgimento di celebrazioni che è regolato dalla legge n. 420 del 1997 (per approfondimenti: Camera, al via esame (blindato) ddl celebrazioni Rossini: mercoledì termine emendamenti).

La Commissione Affari Costituzionali esamina in sede consultiva per il parere alla VII Commissione il disegno di legge che reca Disposizioni per la celebrazione dei centocinquanta anni dalla morte di Gioachino Rossini (Relatore Lattuca).

Nel primo pomeriggio la Commissione Bilancio esamina in sede consultiva per il parere alla VII Commissione, lo Schema di decreto legislativo recante riforma delle disposizioni legislative in materia di promozione delle opere europee e italiane da parte dei fornitori di servizi di media audiovisivi (Relatore Cenni).

GIOVEDÌ 16

Alle 9,15 la Commissione Cultura riprende l’esame dello Schema di decreto legislativo recante disposizioni in materia di tutela dei minori nel settore cinematografico e audiovisivo.

Alle 13,30 le Commissioni riunite Cultura e Trasporti e telecomunicazioni tornano ad esaminare lo Schema di decreto legislativo recante riforma delle disposizioni legislative in materia di promozione delle opere europee e italiane da parte dei fornitori di servizi di media audiovisivi.

Dalle 14,30 la Commissione Bilancio prosegue l’esame della proposta di legge, primo firmatario Ermete Realacci, per la promozione, il sostegno e la valorizzazione delle manifestazioni, delle rievocazioni e dei giochi storici. Nell’ultima seduta del 26 ottobre il Viceministro Enrico Morando, ha precisato che non è ancora pervenuta la relazione tecnica (richiesta alla ragioneria dello Stato nella seduta del 12 ottobre), e ha fatto presente che le criticità manifestate sul testo in esame dalla Ragioneria riguardano, tra l’altro, il previsto utilizzo del Fondo per interventi strutturali di politica economica, in una misura pari a 2 milioni di euro annui a decorrere dal 2020, disposto ai sensi dell’articolo 6, comma 2, del provvedimento. A tale proposito, Morando ha chiarito che “una valutazione compiuta circa l’effettiva disponibilità delle risorse non potrà che essere effettuata alla luce degli stanziamenti previsti dal disegno di legge di bilancio per il triennio 2018-2020” ora all’esame del Senato.

Rispondi