“Non si tratta di un giro di boa ma di un rilancio. È stato un lavoro pieno di entusiasmo, di slancio e spirito di servizio”. Lo ha detto Cristiana Collu, direttrice della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma nel corso dell’evento organizzato il 13 novembre dal Ministero dei Beni Culturali per fare il punto a due anni dalla nomina dei primi direttori dei Musei statali autonomi previsti dalla riforma Franceschini. “Il senso del museo – ha aggiunto Collu -, vero e proprio farmaco al mercato, sta nella sua alterità e nel portare avanti la sua differenza”. Nei numeri la Gnam è “la più performante” del sistema museale autonomo nel confronto tra le stime del 2017 e i dati del 2016 con una crescita in termini di visitatori dell’84 per cento e addirittura del 182,1 per cento in termini di introiti.

Rispondi