Musei capitolini“In occasione dell’apertura straordinaria di sabato 18 novembre i Musei Capitolini si trasformeranno per una sera in una corte principesca europea al pari di quelle frequentate nella metà del ’700 da un giovanissimo musicista austriaco: Wolfgang Amadeus Mozart. L’evento Mozartiano organizzato in collaborazione con Roma Tre Orchestra renderà omaggio al grande Maestro austriaco ripercorrendo, durante l’apertura serale dalle 20 alle 24 (ultimo ingresso ore 23 – biglietto del costo simbolico di un euro), le tappe musicali più significative della sua carriera con l’esecuzione di alcuni suoi concerti singoli e delle arie tratte dalle sue opere più celebri: Nozze di Figaro, Don Giovanni, Flauto Magico e Così fan tutte”. È quanto si legge in una nota del Comune di Roma. “Nel corso della serata si esibiranno i giovani componenti della Roma Tre Orchestra con una formazione di circa 30 elementi diretti dal maestro Tonino Battista. Accompagneranno nella splendida cornice dell’Esedra del Marco Aurelio le esibizioni dei concerti singoli eseguiti dai solisti Francesco Grano (pianoforte), Alberto Idà (pianoforte), Ivos Margoni (violino) mentre nel Salone del Palazzo Nuovo prenderà vita il repertorio operistico di Mozart eseguito da Stefano Marra (tenore), Martina Paciotti (soprano), Andrea Bosso (pianoforte)”.

“Johannes Sebastian Bach – si legge nella nota – sarà invece l’ispiratore del concerto gratuito di domenica 19 novembre alle ore 11.30 presso il Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina. Roma Tre Orchestra proporrà ai visitatori del museo il concerto Una suite in viaggio nel tempo eseguito dal violoncellista Leo Morello. In programma, oltre alle musiche dello stesso Bach, brani di Sciarrino, Donatoni, Lang e Xenakis. Le due giornate rientrano nell’iniziativa ‘Nel week-end l’arte si anima’ promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura. La programmazione è frutto della collaborazione con importanti istituzioni culturali cittadine quali: Casa del Jazz, Fondazione Musica per Roma, Teatro di Roma, Fondazione Teatro dell’Opera, Accademia Nazionale di Santa Cecilia e con le Orchestre dell’Università Roma Tre e di Sapienza Università di Roma”.

Rispondi