“Le devastazioni del patrimonio culturale  da parte del terrorismo devono far maturare la consapevolezza di quanto sia necessario prevedere la componente culturale nelle missioni di pace dell’Unione Europea”. Così il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini è intervenuto oggi a Bruxelles nel corso del Consiglio dei ministri europei della Cultura per lanciare la proposta del governo italiano per la nascita del caschi blu della cultura europei. “Un contributo – l’ha definito Franceschini – al progetto di difesa comune europeo”. Nel corso del suo intervento, che ha avuto l’immediato sostegno di Francia e Germania, il ministro ha ripercorso  le tappe che hanno permesso di costituire in sede Onu e dentro l’Unesco le task force nazionali Unite4Heritage specializzate nella tutela e nel recupero del patrimonio culturale nelle aree di crisi.
“In questa fase storica – ha concluso Franceschini – contraddistinta dalla cinica distruzione del Patrimonio Culturale da parte del terrorismo, appare essenziale avviare un processo europeo di Difesa del Patrimonio Culturale, a partire dall’inserimento delle componenti culturali nelle missioni UE di peacekeeping”.

LA SCHEDA

L’impegno dell’Italia nella difesa del patrimonio culturale internazionale

marzo 2015: intervista del Ministro Franceschini su The Guardian che sollecita la comunità internazionale a difendere il patrimonio culturale minacciato da Isis;

1 agosto 2015: 83 Paesi firmano la Carta di Milano al summit dei Ministri della Cultura a Expo che condanna la violenza contro il patrimonio culturale;

29 settembre 2015: intervento del presidente del Consiglio Matteo Renzi all’Assemblea Generale dell’Onu;

13 novembre 2015: l’Unesco approva una risoluzione che impegna ogni Paese membro a costituire una task force nazionale Unite4Heritage da impiegare in difesa del patrimonio culturale mondiale e sollecita l’ONU a discutere l’opportunità di una componente culturale nelle missioni di peacekeeping;

16 febbraio 2016: l’Italia costituisce la prima task force nazionale Unite4Heritage con l’accordo siglato alle Terme di Diocleziano a Roma con l’Unesco e l’allora Ministro degli Esteri Paolo Gentiloni;

24 marzo 2017: il consiglio di sicurezza dell’ONU approva la risoluzione italo-francese (n. 2437/2017) che prevede l’impegno di una componente culturale nelle missioni di peacekeeping ONU, qualora richiesto;

30-31 marzo 2017: il primo G7 della Cultura a Firenze;

18 ottobre 2017: presentazione della task force Unite4Heritage al Palazzo di Vetro dell’ONU;

21 novembre 2017: proposta italiana al Cdm dei ministri della cultura europei per inserimento della componente culturale nelle missioni Ue di peacekeeping.

Articoli correlati:

Caschi Blu Cultura, terminato corso su protezione patrimonio culturale alla polizia degli Emirati Arabi Uniti

Caschi blu della cultura all’Onu, Franceschini: Serve componente culturale in missioni peacekeeping

Italia-Francia, Franceschini: impegno comune per caschi blu della cultura europei

Caschi blu cultura, Italia protagonista nella protezione del patrimonio storico-artistico

Franceschini a Le Figaro: G7 deve occuparsi di cultura, non solo di finanza

Rispondi