mibact collegio romano cultura“Assicuro il forte impegno del Mibact per una celere conclusione dell’iter di approvazione del regolamento”. Così il sottosegretario ai Beni culturali, Antimo Cesaro, ha risposto a un’interrogazione in commissione Cultura della Camera sui tempi di approvazione e pubblicazione dei decreti attuativi della legge 22 luglio 2014 numero 110, che ha introdotto modifiche al Codice dei beni culturali e del paesaggio, in materia di professionisti di beni culturali e istituzione di elenchi nazionali di questi professionisti. Nella sua interrogazione, la deputata Marisa Nicchi (Mdp) sottolinea che “dopo quasi tre anni e mezzo si è ancora in attesa della pubblicazione del regolamento di applicazione dei profili professionali, che riguardano archeologi, storici dell’arte, esperti in diagnostica, antropologi, antropologi fisici, archivisti e bibliotecari”.

“La procedura non si è affatto arrestata”, ha spiegato Cesaro. “La stesura del regolamento previsto dall’articolo 2 della legge 110 ha comportato un lungo iter di concertazione con i rappresentanti delle categorie interessate nonché un’interlocuzione con il dipartimento delle politiche europee della presidenza del Consiglio dei ministri e con il coordinatore nazionale per il riconoscimento nazionale per il riconoscimento delle qualifiche professionali, al fine di valutare la compatibilità del regolamento con quanto previsto dalla direttiva europea relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali. Occorre sottolineare che la creazione degli elenchi è questione complessa e rappresenta una situazione senza precedenti nell’ordinamento”, ha aggiunto il sottosegretario al Mibact.

Rispondi