Il Governo assuma iniziative “per avere la certezza che, nei tempi più rapidi possibili, sia garantito il rispetto dei vincoli esistenti a tutela di un’area di grande valore paesaggistico, individuando le migliori opportunità di recupero del vecchio Ospedale marino di Cagliari e la più corretta progettualità integrata dell’intero compendio rappresentato dagli stabili del vecchio e nuovo Ospedale marino e dall’area dell’ippodromo”. E’ quanto chiede il deputato Pierpaolo Vargiu (Misto) in un’interrogazione indirizzata al Mibact e al ministero dell’Ambiente.

Vargiu ricorda che nel 1983, nel pieno della spiaggia del Poetto di Cagliari, veniva dismesso lo stabile del vecchio Ospedale marino, con annesso corpo di fabbrica del pronto soccorso. Il rudere del nosocomio, spiega, “andava e va tutt’oggi a deturpare vergognosamente l’arenile di una delle più belle spiagge urbane d’Italia”. “Niente sembra muoversi”, dichiara il deputato cagliaritano. “Lo sfregio del vecchio ospedale rappresenta davvero un’intollerabile violenza ambientale per la spiaggia del Poetto”

Rispondi