Il ministero dei Beni culturali attivi tutti i contatti con la Soprintendenza per i beni storici, artistici ed etnoantropologici della Calabria per valutare “ogni possibile forma di intervento urgente”, al fine di evitare la perdita di uno degli edifici di culto più belli del territorio, la chiesa di Santa Caterina di Alessandria in Cropani (Catanzaro). E’ quanto si legge in un’interrogazione al Mibact del senatore Pietro Aiello (Ap-Ncd), che chiede inoltre “se non sia il caso di valutare l’estensione dell’art bonus anche per interventi su edifici di culto sull’intero territorio nazionale, al fine di favorire il reperimento di risorse da parte dei privati, necessarie per finanziare opere di tale rilievo economico e finanziario”.

Nella sua interrogazione, il senatore sottolinea che la chiesa risalente alla prima metà del ‘500 e costituita da tre navate, versa in un tremendo stato di degrado e di abbandono da molto tempo. L’ultimo intervento di manutenzione risale ormai al 1978, quando vennero stanziate delle risorse da parte dell’ente comunale di assistenza e dalla popolazione locale per il rifacimento della pavimentazione, degli intonaci interni e dei quadri. Un intervento urgente, spiega Aiello, “consentirebbe di scongiurare il crollo del monumento, la perdita di opere di inestimabile valore e le spese conseguenti ad un evento di tale portata”.

Rispondi