Camera Aula parlamento imprese culturaliLa settimana della cultura al Senato si concentra sull’esame in Commissione Istruzione e Beni culturali del disegno di legge sulle imprese culturali e creative che, anche a Palazzo Madama, vede un percorso accidentato sempre segnato dalle perplessità sollevate dalla Commissione Bilancio, così come era accaduto per il suo iter alla Camera. Per quanto riguarda Montecitorio, lavori “rallentati” anche questa settimana per l’esame della legge di Bilancio 2018, già approvata dal Senato e che dovrebbe approdare in Aula martedì 19 (per approfondimenti: Legge di Bilancio 2018: tutte le misure approvate per cultura, turismo e paesaggio).

MARTEDÌ 12

Alle 10 la Commissione Bilancio del Senato si riunisce per esaminare in sede consultiva il ddl di Ratifica ed esecuzione di trattati internazionali di cooperazione culturale con i seguenti paesi: Repubblica del Camerun; Repubblica di Corea; Repubblica di Costa Rica, Repubblica gabonese, Repubblica kirghisa; Repubblica popolare democratica del Laos; Montenegro; Repubblica domenicana; Singapore; Repubblica democratica socialista dello Sri Lanka.

Sempre martedì, alle 13 a Palazzo Madama, all’interno della sospensione tra le sedute d’aula, la 7a e 12a Commissioni permanenti riunite affronteranno l’esame assegnato concernente la realizzazione del progetto per il nuovo polo di ricerca dopo Expo Milano 2015, denominato “Italia 2040 Human Technopole. Per la 7a Commissione il relatore è il presidente Andrea Marcucci.
Dalle 14,30 la Commissione Cultura esamina in sede consultiva per la 3° Commissione il ddl di Ratifica di Accordi di sede di Organizzazioni internazionali per l’Organizzazione internazionale di diritto per lo sviluppo (IDLO) relativo alla sede dell’organizzazione; sull’istituzione e lo status giuridico del Centro internazionale di studi per la conservazione ed il restauro dei beni culturali; c) sulla Multinational Force and Observers (MFO) emendativo dell’Accordo di sede del 12 giugno 1982; sulla Carta istitutiva del Forum internazionale dell’energia (IEF); sull’Ufficio del Consiglio d’Europa a Venezia e il suo status giuridico.

A seguire la 7a commissione riprende l’esame del disegno di legge Disciplina e promozione delle imprese culturali e creative, approvato dalla Camera dei deputati e ora assegnato alla Commissione Cultura del Senato. Il 6 dicembre la Commissione Bilancio ha esaminato in sede consultiva il testo e gli emendamenti presentati al provvedimento. Il senatore Franco Panizza (Aut (SVP, UV, PATT, UPT)-PSI-MAIE), in sostituzione del relatore Laniece, ha osservato che “il provvedimento risulta sprovvisto della relazione tecnica aggiornata” e che “le disposizioni contenute nel testo appaiono suscettibili di irrigidire la gestione e la valorizzazione del patrimonio demaniale oggetto di concessione”. Occorre infatti considerare, ha spiegato Panizza, che “per effetto di tali norme le amministrazioni pubbliche rinuncerebbero ai potenziali introiti derivanti dalla locazione o dall’alienazione dei beni interessati. Occorre anche valutare se le imprese culturali e creative interessate siano realmente in grado di sostenere gli oneri di manutenzione ordinaria e straordinaria posti a loro carico dall’articolo 2, comma 1”.

In commissione Cultura della Camera prosegue alle 11,30 l’indagine conoscitiva sulle buone pratiche della diffusione culturale. Sono previste le audizione di esponenti e testimoni di progetti di educazione alla cultura a scuola e sui territori.

One Comment

  1. Pingback: La Rassegna Stampa di Culturit 11/12/2017 - Culturit

Rispondi