baia curioniSarà Stefano Baia Curioni il Presidente della Giuria della città “Capitale italiana della cultura 2020”. È quanto stabilito nella riunione della Conferenza Unificata tenutasi lo scorso 6 dicembre, acquisita l’intesa delle Regioni e delle Province autonome di Trento e Bolzano, dell’ANCI e dell’UPI sulla proposta del Ministro Franceschini. Sempre nella stessa riunione, Maria Luisa Polichetti della Regione Marche è stata designata membro della Giuria quale rappresentante delle Regioni e delle Province autonome in sostituzione di Fabio Renzi.

La nomina di Baia Curioni segue quanto era stato precedentemente comunicato con nota del ministro Franceschini nella quale si affermava l’intenzione del Ministro di confermare la designazione dell’esperto, già nominato presidente della Giuria per la selezione della città “Capitale italiana della cultura 2018”. Nella stessa nota, il Ministro aveva anche espresso di voler confermare Franco Iseppi, Cristina Loglio e Giuseppe Piperata quali esperti di nomina ministeriale.

Al momento, la Giuria risulta composta da Stefano Baia Curioni quale Presidente e dai membri designati quali rappresentanti delle Regioni e delle Autonomie locali. Nella riunione dello scorso novembre, infatti, la Conferenza Unificata aveva approvato il documento di designazione di Fabio Renzi della Regione Marche – ora sostituito con Maria Luisa Polichetti – , di Antonia Pasqua Recchia dell’ANCI e di Francesca Cappelletti dell’UPI.

Rispondi