mibact collegio romano culturaCirca 37 mila euro al Fondo per i Pittori, Scultori, Musicisti, Scrittori ed Autori Drammatici istituito presso l’INPS e circa 12 mila euro alla Cassa Nazionale di Assistenza dei Compositori, Autori e Librettisti di Musica Popolare “Mario Schisa”. Così sono stati ripartiti, con decreto ministeriale, i 49 mila euro stanziati per l’anno 2017 nello stato di previsione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo sul capitolo di spesa dedicato alla “Somma da corrispondere alle Casse di Assistenza e Previdenza degli Scrittori, degli Autori Drammatici, dei Musicisti e dei Compositori – Autori – Librettisti di Musica Popolare”. Lo stanziamento dei fondi tiene conto di quanto previsto dalle note rilasciate dagli enti competenti in merito al numero di interventi erogati a favore degli iscritti nell’anno 2016.

IL FONDO PER I PITTORI, SCULTORI, MUSICISTI, SCRITTORI ED AUTORI DRAMMATICI

Il Fondo è stato istituito nel 2010 presso l’Ente di previdenza e assistenza dei lavoratori dello spettacolo (ENPALS) e successivamente trasferito presso l’INPS a seguito della soppressione dell’ENPALS. Secondo quanto stabilito nel Regolamento, scopo del Fondo è sostenere gli iscritti nello svolgimento della loro attività professionale “promuovendone – ove necessario in collaborazione con istituzioni aventi scopi similari in Italia e all’estero – la formazione, il perfezionamento e l’affermazione in campo nazionale e internazionale”.

Possono iscriversi al Fondo i cittadini italiani e di Stati appartenenti all’Unione Europea che esercitano in forma prevalente e con continuità le attività di pittore, scultore, musicista, scrittore e autore drammatico. Anche se non esercitate abitualmente tali attività, i cittadini italiani e di Stati appartenenti all’Unione Europea, se di età compresa tra i diciotto e i trentacinque anni, possono fare domanda di iscrizione dimostrando, con apposita documentazione, la loro potenzialità a intraprendere la professione artistica. La domanda di iscrizione viene esaminata da una Commissione Tecnica, composta da membri scelti tra personalità di indiscusso prestigio nei settori di attività del Fondo in relazione “alla riconosciuta e notoria competenza professionale ed artistica, che esercitano o abbiano esercitato l’attività artistica in forma prevalente, continuativa e non occasionale nell’ambito delle categorie dei Pittori e Sculturi, dei Musicisti, degli Scrittori e degli Autori Drammatici”.

LA CASSA NAZIONALE DI ASSISTENZA DEI COMPOSITORI, AUTORI E LIBRETTISTI DI MUSICA POPOLARE “MARIO SCHISA”

La Cassa è stata costituita nel 1965 e riconosciuta nel 1970 come “ente morale” avente personalità giuridica, con decreto del Presidente della Repubblica. Secondo quanto stabilito nello Statuto dell’ente, essa svolge attività di “solidarietà sociale nei confronti di Compositori e Autori, associati alla Società Italiana Autori ed Editori S.I.A.E. che versino in accertato stato di bisogno o siano in particolari condizioni di svantaggio in ragione di condizioni fisiche, psichiche, economiche sociali o familiari”. La Cassa opera anche a sostegno e promozione del patrimonio musicale nazionale allo scopo di valorizzarne il contenuto culturale. Le attività di solidarietà sociale sono svolte attraverso sussidi e oblazioni concessi su richiesta degli interessati a seguito di presentazione di idonea documentazione e sulla base dei fondi di cui l’Ente ha disponibilità.

L’ente, secondo quanto stabilito dallo statuto, è dotato di autonomia patrimoniale e di propria contabilità e risulta finanziato attraverso le quote sociali e i contributi che vengono versati dagli iscritti. Parte dei finanziamenti giunge anche dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Approfondimenti:

Decreto di ripartizione dei fondi: https://www.beniculturali.it/mibac/multimedia/MiBAC/documents/feed/pdf/D.M.%2012%20DICEMBRE%202017%20REP.%20551-imported-75051.pdf

Fondo: https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx?itemdir=45617&lang=IT

Cassa: https://www.cassassistenzautori.org/about/

Rispondi