prima guerra mondialeAmmontano a circa 266 mila euro i finanziamenti per la tutela del patrimonio storico della Prima Guerra Mondiale. I fondi sono stati stanziati sulla base delle risorse disponibili per l’esercizio finanziario 2017 in attuazione delle legge 78/2001 in tema di “Tutela del patrimonio storico della Prima guerra mondiale”. Così stabilisce il decreto del Direttore generale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio Caterina Bon Valsassina del 7 dicembre scorso e pubblicato il 15 dicembre. Le risorse dovranno essere utilizzate tenendo conto dei criteri tecnico-scientifici per la realizzazione degli interventi di ricognizione, restauro, gestione e valorizzazione dei beni elencati dall’articolo 1 della legge 78/2001, quali archivi documentali e fotografici pubblici e privati, forti, fortificazioni permanenti, edifici e manufatti militari, campanali, trincee, graffiti, monumenti, lapidi o iscrizioni.

RIPARTIZIONE DELLE RISORSE

Le risorse sono prevalentemente destinate a ricognizioni, restauri, gestione e valorizzazione di archivi documentali e fotografici pubblici e privati. Di seguito riportiamo il programma di interventi oggetto del decreto:

-Società storica Guerra Bianca di Buccianasco (MI) – Riordino e catalogazione dell’archivio Luciano Viazzi: 22 mila euro circa

-Città di Vittorio Veneto (Tv) Catalogazione in sigec web e digitalizzazione del fondo di stereoscopie Luigi Marzocchi: 12 mila euro

-Biblioteca storia moderna e contemporanea Roma – Censimento e valorizzazione fondo di giornali in lingua italiana stampati all’estero nel corso Grande Guerra (2 FASI): 20 mila euro

-Istituto storia contemporanea Ferrara – Censimento ricognizione materiali documentari Ospedale militar neurologico per nevrosi di Guerra – sito web per consultazione online: 9 mila euro circa

-UNI Padova – Dipartimento Beni Culturali – “Doss del Kaiser” Ricognizione e censimento strutture con remote sensing: 20 mila euro

-ICCU – Aspettando il 2018 – Implementazione del Portale www.14-18.it: 20 mila euro

-UNI Padova – Dissgea – Progetto Arca – Archivio Cartografico e aereofotografico del fronte italiano nella Grande Guerra: 20 mila euro

-Il Vittoriale degli Italiani di Gardone Riviera (BS) – Digitalizzazione lastre originali archivio iconografico del Vittoriale: 20 mila euro

-Museo Nazionale Storico degli Alpini Trento – Restauro e la valorizzazione fotografie e documenti Corpo degli Alpini: 20 mila euro

-Accademia Belle Arti Roma – La Prima Guerra Mondiale e l’Accademia di Belle Arti di Roma, ricognizione censimento e valorizzazione documenti dell’archivio dell’Accademia con mostra: 20 mila euro

-Associazione Nazionale Alpini – Sezione di Pavia – Diario inedito e giornaliero dal 21/5/15 al 21/5/18 – 11 volumi di Carla Arnaboldi Gazzaniga Ruffo di Calabria digitalizzazione trascrizione e archiviazione: 10 mila euro

-Fondazione Ugo da Como Lonato del Garda (BS) – Riordino e inventariazione parte archivio Ugo da Como: 15 mila euro

-Archivio di Stato Ancona – Identificazione selezione e valorizzazione documenti sulla legione garibaldina delle Argonne presente in archivi privati: 15 mila euro

-Città di Imola (Bo) – Scemo di guerra: storie di soldati nelle cartelle cliniche dei fondi archivistici dei Manicomi imolesi: 10 mila euro

-Istituto storia umbra contemporanea Perugia – Echi della IGM nelle memorie familiari Archivi personali e familiari conservati nell’Archivio di Stato Perugia: 12 mila euro

-Uni Pisa Sistema Bibliotecaria di Ateneo – Da Curtatone a Vittorio Veneto. Il ruolo dell’università di Pisa nella Prima Guerra Mondiale, ricognizione e studio materiali Archivio di Ateneo: 10 mila euro

-Yococu Associazione Internazionale (RM) – Restauro del Monumento ai Caduti del Quadraro, Roma: 10 mila euro

Approfondimenti:

Decreto di ripartizione dei fondi: https://www.beniculturali.it/mibac/multimedia/MiBAC/documents/1513344750941_DDG_PROGRAMMAZIONE_RISORSE_N.1165_DEL_7.12.2017.pdf

Rispondi