europa patrimonio culturaleRiflettere, discutere e votare tre proposte sul ruolo che la cultura potrà svolgere nel futuro dell’Europa. A marzo gli studenti di 33 scuole da tutta Europa saranno a Bruxelles per lavorare insieme sul tema “Unita nella diversità: un futuro più giovane per la cultura europea”. L’iniziativa – promossa dal Comitato economico e sociale europeo all’interno della manifestazione “Your Europe, Your Say!” (La vostra Europa, la vostra opinione!) – si terrà il 15 e il 16 marzo e coinvolgerà 33 scuole secondarie di secondo grado, una per ciascuno dei 28 Stati membri dell’Unione europea e dei cinque paesi candidati (Albania, ex Repubblica jugoslava di Macedonia, Montenegro, Serbia e Turchia). Per l’Italia è stato sorteggiato l’Istituto Benedetti-Tommaseo di Venezia.

Diverse le questioni su cui gli studenti saranno chiamati a discutere:

  • Cosa si intende per “cultura europea”: è soltanto il risultato della somma di tradizioni nazionali diverse o esistono valori comuni che fanno di tutti noi degli europei?
  • Quale ruolo hanno la cultura e gli scambi culturali nella vita degli studenti?
  • Cosa può fare l’Unione europea per promuovere la cultura (cinema, musica, danza, letteratura, teatro) e per tutelare meglio i siti del nostro patrimonio culturale?
  • Quale ruolo potrebbe avere la cultura nella rinascita economica delle regioni e delle città europee?
  • Come può questa rinascita creare nuove opportunità di lavoro per i giovani?
  • Quali azioni possono intraprendere l’Unione europea e gli Stati membri per favorire questo processo?

Le tre proposte saranno poi inviate alle istituzioni europee in modo che possano essere prese in considerazione nell’elaborazione delle politiche sulla cultura. La manifestazione è l’evento faro del Cese per i giovani.

Approfondimenti:

https://www.eesc.europa.eu/en/news-media/press-releases/what-place-there-culture-europes-future-european-teenagers-tell-brussels

Rispondi