Campidoglio Roma“I Musei in Comune di Roma si preparano ad accogliere le feste di Natale con una ricca offerta culturale e didattica promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura. In programma anche concerti di musica jazz, classica e tradizionale sudamericana realizzati in collaborazione con Casa del Jazz, Roma Tre Orchestra e Ambasciata del Cile e le letture dei grandi classici dedicati al Natale in collaborazione con il Teatro di Roma. Tante le attività dedicate ai bambini anche nelle due ludoteche di Roma Capitale, Casina di Raffaello e Technotown a cura dell’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale”. Lo comunica una nota del Campidoglio. “Tutti i musei comunali resteranno aperti il 24 e il 31 dicembre 2017 fino alle ore 14.00, tranne il MACRO Testaccio, mentre saranno tutti chiusi il 25 dicembre 2017 e il 1° gennaio 2018. Martedì 26 dicembre 2017 rispetteranno i consueti orari di apertura. Durante le feste natalizie si potranno visitare i principali musei del sistema (Musei Capitolini, Centrale Montemartini, Museo dell’Ara Pacis, Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali, Museo di Roma a Palazzo Braschi, MACRO, MACRO Testaccio, Musei di Villa Torlonia, Museo di Roma in Trastevere, Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale, Museo Civico di Zoologia) o scegliere tra i piccoli musei a ingresso gratuito (Museo di scultura antica Giovanni Barracco, Museo Carlo Bilotti – Aranciera di Villa Borghese, Museo delle Mura, Museo Napoleonico, Museo Pietro Canonica a Villa Borghese, Museo della Repubblica Romana e della Memoria garibaldina, Museo di Casal de’ pazzi – Deposito Pleistocenico, Villa di Massenzio)”.

“Sarà l’occasione per scoprire le collezioni permanenti presenti al loro interno e conoscere da vicino le meraviglie delle mostre temporanee in corso. Tra le principali esposizioni ricordiamo la mostra dedicata all’artista giapponese Katsushika Hokusai al Museo dell’Ara Pacis (Hokusai. Sulle orme del maestro), con apertura serale straordinaria dalle 19.30 alle 23.30 dal 26 al 30 dicembre e dal 2 al 14 gennaio (la biglietteria chiude un’ora prima). E, ancora, l’affascinante percorso espositivo all’interno del Museo di Roma a Palazzo Braschi che racconta il Teatro dell’Opera di Roma attraverso le opere di artisti, disegnatori, costumisti e scenografi che lo hanno reso celebre (Artisti all’Opera. Il Teatro dell’Opera di Roma sulla frontiera dell’arte da Picasso a Kentridge 1880-2017), la grande mostra dedicata all’imperatore Traiano in occasione dei 1900 anni dalla sua morte ai Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali (Traiano. Costruire l’Impero, creare l’Europa) e l’esibizione recentemente inaugurata ai Musei Capitolini sullo studioso Johann Joachim Winckelmann e il suo rivoluzionario approccio all’archeologia (Il Tesoro di Antichità. Winckelmann e il Museo Capitolino nella Roma del Settecento). Tra le novità, l’inaugurazione del nuovo spazio espositivo della Centrale Montemartini, che dal 21 dicembre accoglie una mostra dedicata al dialogo tra due importanti culture affacciate sul mediterraneo: quella egizia e quella etrusca (Egizi Etruschi. Da Eugene Berman allo Scarabeo dorato)”.

“Con Musei in festa i Musei in Comune proporranno al pubblico un ricco calendario di eventi per celebrare al meglio il periodo natalizio con musica, spettacolo e tanto divertimento. La Casa del Jazz porterà in scena una selezione dei migliori performer italiani nei concerti al Museo Napoleonico il 28 dicembre (Stefano Sabatini), al Museo Carlo Bilotti – Aranciera di Villa Borghese il 3 gennaio (Riccardo Fassi/Stefano Cantarani), al Museo Napoleonico giovedì 4 gennaio (Massimiliano Gagliardi) e domenica 7 gennaio nei musei Carlo Bilotti – Aranciera di Villa Borghese (Enrico Zinisi) e Napoleonico (Alice Ricciardi e Pietro Dusso). La grande musica classica di Bach, Handel, Prokofiev, Beethoven, Schubert e tanti altri maestri sarà eseguita invece dai giovani artisti della Roma Tre Orchestra nei concerti del 26 dicembre (Museo Carlo Bilotti – Aranciera di Villa Borghese), del 3 gennaio (Museo Napoleonico), del 4 gennaio (Museo di scultura antica Giovanni Barracco), del 5 (Museo della Repubblica Romana e della Memoria garibaldina) e del 6 gennaio (Museo Napoleonico). L’orchestra universitaria continuerà inoltre la programmazione di Pausa Museo con i due eventi previsti per martedì 26 dicembre (Museo Napoleonico) e giovedì 28 dicembre (Museo di scultura antica Giovanni Barracco)”.

“Ad arricchire l’offerta musicale contribuiranno anche il Concerto per voce e pianoforte curato dall’Ambasciata di Albania (venerdì 29 dicembre, Museo di scultura antica Giovanni Barracco) e i due spettacoli a cura dell’Ambasciata del Cile: AVENIDAMERICA (5 gennaio, Museo Pietro Canonica) e Musigiocanda l’America Latina – Di concerto con Mamma e Papà (6 gennaio, Museo Carlo Bilotti – Aranciera di Villa Borghese). A cura del Teatro di Roma sarà invece il ciclo di spettacoli dal titolo Un Natale fantastico. Il cartellone proporrà agli spettatori i testi di grandi scrittori quali Paul Auster, Arthur Conan Doyle, Ugo Riccarelli, Fratelli Grimm, Oscar Wilde, Mark Twain, O. Henry. Il 6 gennaio si celebrerà l’arrivo della befana con il grande Concerto dell’Epifania della Scuola di Canto Corale realizzato dal Teatro dell’Opera di Roma (Ore 16.00, Museo di Roma a Palazzo Braschi). Per i più tecnologici non mancherà l’appuntamento con L’Ara com’era, la visita immersiva all’interno dell’altare di Augusto. Il racconto multisensoriale dell’Ara Pacis continuerà la sua programmazione anche durante le festività natalizie per consentire un viaggio tridimensionale nell’antichità, alla scoperta delle origini di Roma (in programma 22, 23, 28, 29, 30 dicembre e 2, 3, 4, 5, 6 gennaio)”.
“Altra esperienza da non perdere l’incontro con l’astronomia offerto dal Planetario di Roma all’Ex Dogana di San Lorenzo. La programmazione nei giorni di festa proporrà agli appassionati e ai curiosi lo spettacolo OpenSpaces. Planetarium Reloaded!, un’esperienza emozionante che permetterà di viaggiare tra le stelle e conoscere da vicino i misteri del cosmo. Domenica 7 gennaio, infine, ingresso gratuito per i residenti a Roma e nella Città Metropolitana come tutte le prime domeniche del mese (ingresso gratuito per tutti i musei e le mostre in programma tranne Hokusai. Sulle orme del maestro al Museo dell’Ara Pacis)”.

PER I BAMBINI

“Il Natale – si legge ancora nella nota – è il momento migliore per divertirsi e giocare. L’iniziativa dei Musei in Comune di Roma Musei in gioco proporrà per le feste una ricca offerta di attività didattiche attraverso le quali vivere con gioia il museo senza perdere l’occasione di imparare. Cruciverba, puzzle, caccia al tesoro, gioco dell’oca e anche un “Mercante in Fiera” rivisitato in chiave napoleonica. Tanti appuntamenti per conoscere la storia di Roma e delle sue collezioni museali, in modo inusuale e divertente, anche durante le feste. Un’opportunità per ‘mettersi in gioco’, all’insegna dell’inclusione e dell’interazione tra diversi pubblici (L’offerta è completamente gratuita per i bambini di Roma Città Metropolitana, a eccezione delle iniziative del Museo Civico di Zoologia. Ingresso adulti come da tariffazione vigente). Tante le attività dedicate ai bambini negli spazi delle due ludoteche di Roma, Casina di Raffaello e Technotown a cura dell’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale in collaborazione con Zètema Progetto Cultura. I più piccoli potranno vivere la magia del Natale e dare libero sfogo alla loro creatività con le storie raccontate sotto l’albero, i laboratori ispirati a Bruno Munari e le attività di manualità creativa – in programma alla Casina di Raffaello – mentre Technotown arricchirà il proprio programma abituale con la sfida dei babbo robot (ogni giorno dal 23 dicembre al 6 gennaio) e le Impronte di luce – Christmas, la versione natalizia della creazione di immagini attraverso l’utilizzo della luce (27 e 28 dicembre)”.

Rispondi