europa anno europeo patrimonio culturale manovraIl Fondo europeo per gli investimenti e l’Istituto francese per il finanziamento del cinema e delle industrie culturali (IFCIC) hanno firmato due accordi di garanzia a sostegno di oltre 130 milioni di euro di prestiti per le PMI culturali e creative. In particolare, uno dei due accordi lancia la prima operazione transfrontaliera nell’ambito del Fondo di garanzia del programma Europa Creativa, che recentemente ha ricevuto finanziamenti aggiuntivi attraverso il Fondo europeo per gli investimenti strategici (per approfondimenti leggi: Europa creativa, 60 milioni aggiuntivi al Fondo di garanzia per PMI). L’accordo di controgaranzia è rivolto ai produttori di film dei Paesi partecipanti al programma e mira a sostenere un portafoglio di oltre 90 milioni di euro di prestiti a favore delle PMI europee che operano nella produzione cinematografica e televisiva. “La prima transazione transfrontaliera nell’ambito del Fondo di garanzia di Europa Creativa aiuterà i produttori di film a creare partnership in tutta Europa, sostenendo la diversità e lo sviluppo culturale”, ha scritto su Twitter il commissario europeo alla Cultura e all’Educazione, Tibor Navracsics, commentando la notizia. L’altro accordo, invece, è una garanzia diretta che consente all’IFCIC di aumentare considerevolmente i volumi di prestiti per sostenere le PMI culturali e creative francesi, sostenendo settori attualmente sottovalutati – come le arti dello spettacolo, gli effetti visivi, l’editoria e il design della moda – con un portafoglio di oltre 40 milioni di euro di prestiti nei prossimi due anni. In totale, si prevede che oltre 300 PMI culturali e creative abbiano accesso ai finanziamenti.

CULTURA E CREATIVITA’, SPINA DORSALE DELL’EUROPA

“I settori culturali e creativi sono la spina dorsale della diversità europea e contribuiscono in modo significativo al suo sviluppo economico – ha commentato Mariya Gabriel, commissario europeo per l’Economia e la Società digitale -. L’Unione europea, attraverso il programma Europa creativa, è fortemente impegnata ad aiutare le società a finanziare progetti innovativi e a stimolare la creatività e le iniziative culturali europee”. “Questi accordi sono buone notizie sia per le aziende in Francia che per quelle in tutta Europa”, ha detto ancora Gabriel auspicando, in particolare con questa prima operazione transfrontaliera, di “creare partnership in tutta Europa affinché un maggior numero di produttori possa trarre beneficio da questo strumento finanziario”.

Rispondi