Colosseo museiLe presenze dei clienti provenienti dai paesi dell’Unione europea salgono da circa 128 milioni nel 2013 a 139 milioni nel 2016 e la relativa quota sul totale delle presenze dei clienti non residenti aumenta, passando dal 69,3 a 69,9 per cento. E’ quanto si legge nell’annuario statistico dell’Istat 2017. Le quote maggiori di presenze continuano ad essere quelle dei clienti provenienti dalla Germania (28,4 per cento), dalla Francia (6,7 per cento), dal Regno Unito (6,5 per cento) e dai Paesi Bassi (5,4 per cento). Tra il 2013 e il 2016, l’incidenza dei clienti provenienti da Francia e Regno Unito sul totale delle presenze è in aumento (rispettivamente di 0,3 punti percentuali), mentre si rileva una sostanziale stabilità per i clienti provenienti dalla Germania (+0,1 punti percentuali) e una diminuzione per quelli provenienti dai Paesi Bassi (-0,6 punti percentuali).

Considerando i clienti provenienti dai paesi europei extra Unione europea, si evidenzia un calo della quota di presenze dei clienti provenienti dalla Russia (-1,8 punti percentuali dal 2013 al 2016) mentre si osserva un certo incremento della quota di presenze dei clienti provenienti dalla Cina (+0,7%).

Rispondi