rievocazioni storiche toscanaIn 4 anni, da 2012 al 2016, la Toscana ha visto raddoppiare sul territorio il numero delle associazioni di rievocazione storica: quelle iscritte nell’elenco regionale sono passate da 31 a 60. Triplicato invece il numero delle associazioni di ricostruzione storica, che sono passate da 4 a 13. Aumentato notevolmente, di conseguenza, anche il numero di manifestazioni svolte: erano 5 nel 2012, sono arrivate a 13 del 2016, per quanto riguarda quelle di ricostruzione storica, mentre le manifestazioni di rievocazione storica sono passate da 58 a 105. È quanto si legge nella nota informativa redatta dal Consiglio regionale della Toscana, la cui illustrazione è all’ordine del giorno di domani della seduta della seconda Commissione consiliare. Lo studio prende in esame i risultati relativi al “sostegno alle associazioni e alle manifestazioni di rievocazione storica” dopo l’approvazione della legge regionale 5 del 14 febbraio 2012, che aveva come l’obiettivo “di tutelare e valorizzare le distinte identità culturali del territorio regionale, che hanno nelle rievocazioni e ricostruzioni storiche un elemento di elevata riconoscibilità”.

MOLTI RISULTATI POSITIVI

Tra i dati positivi evidenziati dal documento c’è la “strutturazione del sistema di rete tra soggetti pubblici e del mondo dell’associazionismo”. Secondo lo studio “Regione, enti locali e mondo dell’associazionismo hanno dimostrato di possedere una visione comune ed ampi margini di collaborazione”. Molto positiva la Costituzione del Comitato regionale delle associazioni di ricostruzione e rievocazione storica e l’organizzazione e realizzazione degli Stati generali della rievocazione storica.

Di grande importanza anche l’avvio di ulteriori politiche pubbliche in favore delle associazioni e delle manifestazioni di ricostruzione e rievocazione storica. La legge di Bilancio di previsione dello Stato per l’anno 2017 – Bilancio pluriennale 2017-2019, infatti, ha previsto l’istituzione di un Fondo nazionale per la rievocazione storica con uno stanziamento pari a 2 milioni di euro per ogni anno del triennio, finalizzati alla promozione di eventi ed alla valorizzazione della rievocazione storica.

GLI ASPETTI NEGATIVI

Il documento tuttavia sottolinea anche la “mancata attuazione di parte della legge in assenza di fondi per l’erogazione dei contributi”. Si legge che “l’attuazione della norma ha subito un arresto a seguito dell’adozione della risoluzione n. 299, collegata alla deliberazione n.1 del 13 gennaio 2015 del Consiglio regionale, con cui il legislatore ha deciso di sviluppare soltanto la parte relativa alla promozione e valorizzazione delle associazioni e delle manifestazioni di rievocazione storica tramite l’attività di comunicazione istituzionale della Regione, senza oneri aggiuntivi in bilancio, rinviando l’attuazione complessiva delle azioni ad un atto successivo, che però ad oggi non è stato ancora adottato”. Non è stato, insomma, possibile completare l’attuazione della legge, in particolare relativamente alla parte collegata alla concessione di contributi finanziari e all’elaborazione del programma pluriennale degli interventi della legge.

COSA RESTA DA FARE?

Il documento del Consiglio punta il dito sulla non completa attuazione della legge 5 del 2012. “L’articolo 9 – si legge – introduce il programma pluriennale come strumento di programmazione, della durata coincidente con la quella della legislatura. L’attuazione del programma è funzionalmente collegata all’individuazione e alla concessione dei contributi alle associazioni e tale mancanza non ha reso possibile finora l’adozione del programma pluriennale. Infatti è previsto nell’articolato che in ogni legislatura la Giunta regionale lo adotti tramite una delibera in cui sono specificate tra le altre cose gli obiettivi generali che si intende perseguire, l’ammontare dei finanziamenti distinti per tipologia di beneficiario e le procedure per la concessione e la rendicontazione delle spese”.

I NUMERI

Associazioni di ricostruzione storica
Nel 2012 erano 4.
Nel 2016 erano arrivate a 13.
Associazioni di rievocazione storica
Nel 2012 erano 31.
Nel 2016 erano arrivate a 60.
Manifestazioni di ricostruzione storica
Nel 2012 erano 5.
Nel 2016 erano arrivate a 13.
Manifestazioni di rievocazione storica
Nel 2012 erano 58.
Nel 2016 erano arrivate a 105.

Rispondi