toni ServilloA Napoli alla Biblioteca Nazionale è di scena “Il Teatro di Toni Servillo”. Servillo, conosciuto dal grande pubblico grazie ad apprezzati ruoli cinematografici, fin dagli esordi alterna al cinema un’interessante ed originale percorso teatrale, che Anna Barsotti accuratamente analizza nel volume dall’omonimo titolo, edito da Titivillus. Giovedì 11 gennaio, ore 17, Anna Barsotti (Università di Pisa) e Francesco Cotticelli (Università di Napoli “Federico II”) dialogheranno con l’attore-regista per fare il punto sul suo teatro. L’incontro è introdotto da Francesco Mercurio, Direttore della Biblioteca e Arturo De Vivo, Prorettore dell’Università di Napoli “Federico II”. Anna Barsotti ricostruisce in tutte le sue tappe e nei suoi diversi aspetti la pratica artistica di Servillo : dall’ esperienza della contestazione degli anni Settanta e Ottanta, del “Teatro Studio”, al linguaggio del teatro ufficiale, reinventato e rielaborato. Con rigore scientifico il volume penetra il percorso teatrale di Servillo per portare allo scoperto una narrazione personalissima che esplora, senza farsi condizionare, le forme più classiche e tradizionali, in particolare dell’alveo partenopeo.

Servillo da attore si cala nel personaggio, con consumata maestria, ma dando vita ad una nuova poetica drammaturgica: con la seduzione del capocomico disegna un teatro che nasce e rimane di gruppo e assume una forza corale collettiva. Un capitolo, firmato da Carlo Titomanlio, è dedicato alle scelte scenografiche degli spettacoli con protagonisti Renato Lori, Lino Fiorito,Daniele Spisa e la costumista Ortensia De Francesco. In appendice una esaustiva Teatrografia e Bibliografia.Completa il volume un lungo “dialogo” con l’attore e regista. Scrive Cesare Molinari nella prefazione “Se la ricchezza di un libro non si misura soltanto sulle informazioni che raccoglie o sulle analisi che fornisce, ma anche, e forse soprattutto, sulle domande che pone e sulle problematiche che apre, lo studio su Toni Servillo […]– considerato fra i più ricchi che la saggistica sull’attore abbia di recente prodotto”.

Rispondi