Silvia Costa Ue“Sono soddisfatta che il Consiglio abbia finalmente dato seguito alle richieste del Parlamento e del meeting dei Leaders, formalizzando le conclusioni su Educazione e cultura del Summit di Göteborg del novembre scorso come parte integrante della dimensione sociale dell’Europa”. Lo ha detto l’eurodeputata Silvia Costa, ex presidente della Commissione Cultura del Parlamento Europeo e ora coordinatrice del gruppo S&D, nel corso del suo intervento in Plenaria a Strasburgo. In particolare, Silvia Costa ha accolto con favore anche “gli impegni assunti in merito alla Mobilità studentesca, con il potenziamento e l´estensione del programma Erasmus+, per il quale la Commissione CULT continuerà a chiedere la decuplicazione dei fondi al 2027; la creazione di un primo network di 20 università europee che favorisca il mutuo riconoscimento dei diplomi di istruzione secondaria e il potenziamento del multilinguismo”.

Significative per Silvia Costa, sono in particolare due iniziative approvate, nate dalla commissione CULT ovvero la creazione di una European Student Card per agevolare con servizi e prestazioni gli studenti in mobilità e il riconoscimento dell´importanza dell´Anno europeo del patrimonio culturale, su cui domani avremo un dibattito per definire una agenda pluriennale. “Mi auguro – ha detto la Costa – che il pacchetto Educazione oggi all’odg della CE tra cui piano d’azione per le competenze digitali e i valori europei e di inclusione nell’insegnamento siano adottate dal Consiglio entro primavera Ma servono maggiori risorse per educazione e cultura da parte di MmF ed EFSI”.

Rispondi