villa monza maroni“Qui ci sono delle cose straordinarie, che noi vogliamo valorizzare. La Villa Reale e il parco di Monza, sono un asset della Regione Lombardia e le decisioni prese, come questa, vanno in questa direzione. Non e’ stato facile, visto che parliamo di una realtà bellissima ma complicata, ma ce l’abbiamo fatta. Questo accordo mette 55 milioni, un risultato concreto molto importante, che conferma la capacità della Regione di reperire risorse e fare buoni investimenti”. Lo ha detto il Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, che questa mattina a Monza – insieme al Sindaco di Monza e Presidente del Consorzio Villa Reale e Parco di Monza, Dario Allevi, al Presidente Parco Valle del Lambro, Eleonora Frigerio, al Vice Presidente e Assessore alla Casa, Housing sociale, Expo 2015 e Internazionalizzazione delle Imprese, Fabrizio Sala, e al Sindaco di Milano, Giuseppe Sala – ha firmato l’accordo di Programma tra Regione Lombardia, il Comune di Milano e il Comune di Monza – con l’adesione del Consorzio Villa Reale Parco di Monza e il Parco Regionale Valle del Lambro – per la valorizzazione del complesso monumentale Villa Reale e Parco di Monza.

REGIONE ATTRATTIVA

La Lombardia, ha proseguito il Governatore, “si conferma come regione capace di attrarre turismo. Molto piu’ che in passato, stiamo dimostrando di riuscire a portare visitatori non solo per ragioni di business, ma anche per venire a passare le vacanze, vedere cose belle, vivere le nostre straordinarie ricchezze culturali e paesaggistiche”.

PROGETTO UNESCO

La Villa Reale, il parco e l’autodromo di Monza, ha osservato Maroni, sono conosciuti in tutto il mondo, sarebbe un giusto riconoscimento farli diventare un sito Unesco. Quella di dopodomani sara’ l’ultima riunione di Giunta con i pieni poteri, voglio sfruttarla per lanciare la costituzione del comitato per il riconoscimento di questo sito come patrimonio dell’umanita'”.

Rispondi