san_Michele_in_Bosco_EsternoPoco più di 30 milioni di euro. Sono le risorse che verranno impiegate nella tutela e valorizzazione del patrimonio culturale dell’Emilia Romagna, secondo quanto stabilito dal piano di investimenti del Mibact. Si tratta di soldi immediatamente disponibili per realizzare interventi – che comprendono il più importante piano antisismico finora finanziato sul patrimonio museale statale, una serie di azioni per la riqualificazione delle periferie urbane e numerosi restauri di beni culturali segnalati dal territorio – che fanno capo al Fondo per gli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese istituito dalla legge di bilancio 2017.

Nel dettaglio gli investimenti e le tipologie di intervento:

BOLOGNA, Complesso di San Michele in Bosco (Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro Prevenzione rischio sismico: 2.000.000)
BOLOGNA, Chiesa e Covento di S. Paolo in Monte all’Osservanza (Lavori di completamento per il consolidamento strutturale e restauro Edilizia pubblica-Restauro e valorizzazione: 780.000)
CESENA, Immobile Demaniale in via Ferri (Deposito) Segnalato come deposito regionale (Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro Prevenzione rischio sismico: 700.000)
CODIGORO PALAZZO DEL VESCOVO (Completamento e realizzazione impianti Edilizia pubblica – Adeguamento funzionale e Impiantistico: 250.000)
COLORNO, Reggia ducale e Chiesa di San Liborio (Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro Prevenzione rischio sismico: 600.000)
COLTARO DI SISSA TRECASALI, Museo Cantoni; proprietà Comune (Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro Prevenzione rischio sismico: 100.000)
COPPARO VILLA MENSA-RESTAURO STRUTTURE RISCHIO SISMICO E OPERE CONNESSE (Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro Prevenzione rischio sismico: 600.000)
FERRARA, Ex Chiesa di San Bartolo (Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro Prevenzione rischio sismico: 1.500.000)
FONTANELLE DI ROCCABIANCA, Museo “Il Mondo Piccolo”, proprietà Comune (Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro Prevenzione rischio sismico: 100.000)
GUALTIERI, Palazzo Bentivoglio (Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro Prevenzione rischio sismico: 1.500.000)
LUGAGNANO VAL D’ARDA, Area archeologica di Veleia (Interventi per il miglioramento dell’accessibilità Edilizia pubblica – Eliminazione barriere architettoniche: 600.000)
MADONNA PRATI DI BUSSETO, Chiesa di SS. Nome di Maria, proprietà Diocesi (Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro Prevenzione rischio sismico: 200.000)
MONTICELLI D’ONGINA, Rocca Pallavicino, proprietà Diocesi (Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro Prevenzione rischio sismico: 1.300.000)
MONTICELLI D’ONGINA, Chiesa di San Lorenzo Martire; proprietà Diocesi (Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro Prevenzione rischio sismico: 2.300.000)
NONANTOLA, Abbazia restauro e valorizzazione (Edilizia pubblica-Restauro e valorizzazione: 250.000)
PARMA, Chiesa di S. Giovanni, prop. Monaci Benedettini (Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro Prevenzione rischio sismico: 680.000)
PREDAPPIO Casa del Fascio e dell’Ospitalità (Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro Prevenzione rischio sismico: 1.500.000)
RAVENNA, Complesso Benedettino di San Vitale (Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro Prevenzione rischio sismico: 2.500.000)
RAVENNA, Basilica di Sant’Apollinare Nuovo (Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro Prevenzione rischio sismico: 500.000)
RAVENNA, Basilica di Sant’Apollinare in Classe (Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro Prevenzione rischio sismico: 500.000)
RONCOFREDDO – TORRE CIVICA DI MONTECOTRUZZO E MURA DI CINTA MALATESTIANE (Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro Prevenzione rischio sismico: 50.000)
RONCOLE VERDI DI BUSSETO, Chiesa di S. Michele, proprietà Diocesi (Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro Prevenzione rischio sismico: 500.000)
RONCOLE VERDI DI BUSSETO, Casa natale di G. Verdi, proprietà Comune (Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro Prevenzione rischio sismico: 100.000)
SAN LEO, Fortezza di San Leo (Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro Prevenzione rischio sismico: 500.000)
SARSINA, Museo Archeologico Nazionale (Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro Prevenzione rischio sismico: 1.000.000)
SASSUOLO, Castello di Montegibbio (Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro Prevenzione rischio sismico: 4.000.000)
SASSUOLO, Palazzo Ducale Lavori di restauro e valorizzazione (Edilizia pubblica-Restauro e valorizzazione: 4.000.000)
SORAGNA, Complesso Beata Vergine; proprietà Comune (Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro Prevenzione rischio sismico: 400.000)
TRESIGALLO, Ex Ospedale (Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro Prevenzione rischio sismico: 1.500.000)
ZIBELLO DI POLESINE, Chiesa di SS. Gervaso e Protaso, proprietà Diocesi (Verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità, restauro Prevenzione rischio sismico: 400.000).

Rispondi