Sono oltre 35 milioni i fondi immediatamente disponibili destinati alla Calabria per realizzare interventi di prevenzione e restauro dei beni culturali. Saranno accordati, tra gli altri, 2 milioni di euro agli Istituti afferenti al Polo Calabrese per interventi volti a favorire l’accessibilità e l’abbattimento delle barriere architettoniche. Alla Galleria Nazionale di Cosenza 3 milioni di euro per la verifica del rischio sismico, revisione e manutenzione organica delle opere esposte e allestimento sezione opere provenienza ignota, alla Chiesa Bizantina di Stilo 1.500.000 di euro volti al recupero e alla valorizzazione, alla Chiesa di san Francesco di Assisi di Gerace 1.500.000 euro per interventi di recupero e valorizzazione, al Parco Archeologico di Locri 4 milioni di euro per il miglioramento dell’accessibilità e l’abbattimento delle barriere architettoniche e per interventi di recupero e valorizzazione, alla Cattedrale di Catanzaro 500.000 euro per il completamento e consolidamento del restauro, a Crotone un importo complessivo di 5.500.000 per il Museo Archeologico Nazionale e per Capo Colonna finalizzati all’abbattimento delle barriere architettoniche e alla verifica del rischio sismico.

Non mancano poi investimenti minori come ad esempio 600 mila euro ad Acri per la Chiesa di santa Maria Assunto e per il Convento dei Cappuccini, 400.000 euro per la Chiesa del Carmine di Bagnara e 100.000 euro per la Chiesa di S.Antonio al Cimitero di Paola.

“Investimenti importanti – sottolinea la sottosegretaria ai Beni culturali, Dorina Bianchi – a testimonianza di un intervento tangibile per salvaguardare e valorizzare tutto il patrimonio culturale della regione, da parte del Governo e il Mibact. Tali fondi – conclude il Sottosegretario – rappresentano un’opportunità da cogliere appieno per il rilancio dell’economia del territorio attraverso il comparto turistico. Quest’azione, a conclusione della legislatura, rappresenta per me motivo ulteriore di soddisfazione a coronamento del lavoro svolto nel corso del mio incarico nonché per l’attenzione specifica al territorio e agli interessi dei miei concittadini”.

Rispondi