“Intesa Sanpaolo e il Teatro Regio Torino presentano al pubblico le edizioni multimediali della collana ‘Vox Imago’ dedicate per la prima volta a due prestigiose produzioni del Teatro Regio, Manon Lescaut di Giacomo Puccini e Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini. Il progetto editoriale Vox Imago di Intesa Sanpaolo si propone di divulgare e diffondere presso il largo pubblico – soprattutto i giovani – i capolavori del melodramma. È nato nel 2004 e conta ad oggi 14 pubblicazioni che attraversano la storia dell’opera lirica, realizzate in collaborazione con Mondadori Electa e Musicom.it”. Lo comunica una nota di Intesa San Paolo. “Dopo le produzioni scaligere, il progetto approda a Torino, con due opere significative: Manon Lescaut di Giacomo Puccini, allestita nel marzo 2017 e diretta da Gianandrea Noseda (voci: María José Siri e Gregory Kunde), e Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini, allestita nella stagione 2014-2015 e diretta da Giampaolo Bisanti (voci: Antonino Siragusa, Chiara Amarù, Roberto De Candia e Nicola Ulivieri)”.

“Come per le pubblicazioni precedenti, importanti sono i contenuti didattici, con un progetto dedicato agli insegnanti di musica e materie letterarie delle scuole secondarie di primo e secondo grado. Sono già oltre 4200 i docenti di 800 scuole in tutta Italia interessati da percorsi interdisciplinari che, a partire dalle proposte multimediali, trasmettono agli studenti la complessità, la bellezza e l’attualità dell’opera lirica. Il progetto formativo, nato nel 2013, ha ottenuto il riconoscimento del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Il ciclo di seminari didattici dedicato a Manon Lescaut è attualmente in corso in otto città italiane: Torino, Vicenza, Milano, Napoli, Firenze, Latina, Pesaro e Palermo. Ogni anno sono 2800 le biblioteche in tutta Italia – di cui 800 scolastiche – che ricevono oltre 37 mila volumi. Complessivamente, sono stati donati oltre 200 mila volumi. Essi sono inoltre disponibili su richiesta, scrivendo all’indirizzo editoriamusica@intesasanpaolo.com”.

“Il legame di Intesa Sanpaolo con Torino si rafforza oggi con un ulteriore tassello mirato a diffondere la qualità della produzione lirica torinese nel mondo e tra nuovi pubblici, in particolare i giovani. L’impronta divulgativa e formativa e la qualità ineccepibile sono le cifre delle attività culturali di Intesa Sanpaolo, tratti comuni con il Teatro Regio di Torino, con cui la Banca mantiene una collaborazione solida e vivace. I volumi presentati oggi, allungando la vita dell’opera rappresentata, costituiscono documenti importanti destinati a un pubblico ampio per avvicinarlo sempre più all’opera lirica, una delle espressioni artistiche più caratterizzanti del nostro Paese”, ha commentato Gian Maria Gros-Pietro, Presidente di Intesa Sanpaolo.

Dal 2011 la Banca è Socio Fondatore del Teatro Regio di Torino e dal 2012 sostiene la produzione inaugurale della Stagione d’Opera e Balletto. Con le edizioni Vox Imago dedicate alle produzioni torinesi Intesa Sanpaolo conferma quindi il suo sostegno ad una tra le più accreditate delle istituzioni operistiche nel mondo.
“Questa nuova iniziativa consolida i forti legami che uniscono Intesa Sanpaolo e il Teatro Regio di Torino. Essere entrati nella collana delle edizioni multimediali Vox Imago di Intesa Sanpaolo è motivo di grande orgoglio ed è il riconoscimento tangibile della rilevanza culturale e artistica che il Regio occupa oggi a livello nazionale e internazionale. Queste edizioni, così curate sia nella forma che nel contenuto, sono oltretutto un valido strumento per sperimentare nuove modalità operative capaci di coinvolgere un largo pubblico, guidandolo alla comprensione e all’apprezzamento dell’opera lirica. Un aspetto che, al Regio, è sempre stato di primaria importanza”, ha commentato Walter Vergnano, Sovrintendente del Teatro Regio di Torino.

Per ciascuna opera la proposta editoriale è declinata in diversi supporti: un volume, corredato da illustrazioni, con saggi musicali, artistici e storico-letterari; un dvd con trama e libretto, riproduzione di documenti originali e una guida didattica, curata dal pedagogo musicale Carlo Delfrati; oltre al documentario che racconta la genesi e le caratteristiche dell’opera. Un’ulteriore parte digitale comprende l’audio integrale in mp3 e l’accesso al sito www.voximago.it, per consultare la documentazione in formato elettronico. I due progetti sono pubblicati anche in inglese per favorire la diffusione della tradizione operistica italiana anche all’estero.

Le edizioni Vox Imago hanno ottenuto negli anni diversi riconoscimenti nazionali e internazionali. Sin dalla prima edizione del 2004, Vox Imago ha conseguito a New York il Dvda Excellence Award 2005 dalla Dvd Association, che riunisce i più importanti sviluppatori di media digitali. E stato anche tra i finalisti del Premio CULTURA + IMPRESA 2014 di Federculture. Al Roma Cinema Doc 2014 la collana ha ottenuto la menzione speciale per il cortometraggio “This is your life”, ispirato al Nabucco di Verdi e diretto da Andrea Franceschini, che a febbraio 2016 ha vinto il Classical Arts Film Festival di Napa (California) e a maggio 2016 è stato tra i finalisti del Near Nazareth Film Festival di Afula (Israele). Nell’ottobre 2016 il progetto Vox Imago è stato inserito nel programma della Terza Settimana Internazionale della Musica, promossa dall’Università Normale di Pechino.

Rispondi