E’ incentrato soprattutto sul turismo nel Sud Italia la parte del programma dedicato alla cultura del movimento Civica Popolare: iniziative per distretti turistici a burocrazia zero e iniziative per accrescere la competitività del sistema turistico anche sviluppando un marketing efficiente e innovativo. La forza guidata da Beatrice Lorenzin, si legge nel documento depositato presso il Viminale, sottolinea nel dettaglio la necessità di “spostare gli investimenti pubblici sullo sviluppo di una molteplicità di prodotti turistici per contrastare la monotematicità dell’offerta, l’eccesso di stagionalità che produce grandi flussi in periodi troppo ristretti, con bassa marginalità per le imprese e con ridotto sviluppo delle professionalità e delle competenze”.

Un piano per lo sviluppo turistico per il Sud, si legge ancora, “deve incentrarsi sull’ampliamento della stagionalità orizzontale, quindi estate e inverno, e verticale, giorno e notte, con tutte le interconnessioni possibili tra mare ed entroterra, tra turismo e cultura, tra enogastronomia e paesaggio. Previste poi iniziative per distretti turistici a burocrazia zero e valorizzazione del piano strategico per il turismo presentato dal governo e il 2017/2022 con i seguenti obiettivi: innovare, specializzare e integrare l’offerta nazionale; accrescere la competitività del sistema turistico; sviluppare un marketing efficace e innovativo; realizzare una governance efficiente e partecipata”.

Rispondi