Anno del ciboConfermati i nomi degli esperti che comporranno il Comitato Tecnico di Coordinamento dell’Anno del cibo Italiano. I nomi erano stati, infatti, anticipati durante la presentazione dell’iniziativa lo scorso febbraio.

Faranno parte del Comitato Carlo Petrini, fondatore di Slow Food, Oscar Farinetti, Presidente della Fondazione “E. di Mirafiore”, Cristina Bowerman, Presidente dell’Associazione “Ambasciatori del Gusto”, lo chef Massimo Bottura, Riccardo Cottarella, Presidente dell’Unione Internazionale degli Enologi (UIOE), Giorgio Calabrese, medico nutrizionista e docente di Alimentazione e Nutrizione umana all’Università del Piemonte Orientale, Marco Gualtieri, Presidente di Seeds&Chips, Claudia Sorlini, Vice Presidente del Touring Club Italiano, il pizzaiolo Enzo Coccia, Elisabetta Moro, Professore ordinario di Antropologia culturale e Tradizioni Alimentari del Mediterraneo all’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, Mauro Rosati, Direttore Generale Fondazione Qualivita, Massimo Montanari, Presidente di Casa Artusi.

Gli esperti sono stati nominati tra personalità di chiara fama nei temi oggetto dell’iniziativa e forniranno supporto scientifico al Comitato. La carica annuale potrà ulteriormente essere rinnovata per un altro anno. I membri del Comitato non hanno diritto ad alcun tipo di compenso.

COMPOSIZIONE DEL COMITATO

Il Comitato Tecnico si occuperà di coordinare le attività inerenti all’Anno del cibo italiano. Esso è formato, oltre che dagli esperti menzionati, da una parte istituzionale, con rappresentanti dei ministeri, degli enti locali e delle regioni.

La direttiva del ministro Franceschini del 27 dicembre 2017, non ancora pubblicata, definisce compiti e composizione dello stesso Comitato. Il decreto di nomina degli esperti reca una precisazione in merito alla sua composizione rimandando alla direttiva ministeriale. In particolare, il Comitato sarà composto da tre rappresentanti del Mibact, due rappresentanti del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, due rappresentanti del Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale e due rappresentanti del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Sono inoltre previste le nomine di tre esponenti delle Regioni, in rappresentanza del Coordinamento Cultura e del Coordinamento Turismo, e di un rappresentante dell’ANCI.

La Conferenza Unificata, nelle riunioni di febbraio, ha acquisito le designazione di Alessandro Zaragarella della Regione Campania, per il settore agricoltura, di Angela Vatrano della Regione Calabria, per il settore turismo, e di Enrico Camilleri della Regione Sicilia, per il settore internazionalizzazione. L’ANCI aveva, inoltre, indicato il nome di Federico Pizzarotti, Sindaco del Comune di Parma.

Approfondimenti:

Decreto di nomina: Anno del cibo italiano – Nomina degli esperti

Rispondi