Saturnia_Cascate_del_Mulino turismoLe piccole e medie imprese operanti nel settore turismo saranno rappresentate nel Comitato permanente di promozione del turismo. Luca Tonini, Presidente del Raggruppamento di interesse Turismo e Commercio della Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa (CNA),infatti, integrerà la composizione del Comitato, istituito nel 2014.

Lo scorso ottobre, il Presidente Nazionale della CNA aveva inviato una nota al Mibact per richiedere la nomina di Tonini quale proprio rappresentante nel Comitato. Il Mibact ha risposto quindi positivamente alla richiesta, “anche in seguito agli approfondimenti forniti da CNA”. Il Raggruppamento di interesse CNA Turismo e Commercio, infatti, nasce al fine di promuovere piccole e medie imprese del turismo e del commercio. Al centro dell’azione del Raggruppamento vi è la valorizzazione dell’autenticità dei prodotti della tradizione locale e dell’opera di piccole imprese impegnate in attività quali il restauro, la manutenzione e la cura del paesaggio. Piccole imprese che gestiscono anche servizi quali la mobilità, l’accoglienza, la ristorazione concorrendo a rendere turisticamente attrattivi i luoghi e consentendone la fruibilità.

IL COMITATO PERMANENTE DI PROMOZIONE DEL TURISMO IN ITALIA

Il Comitato permanente è stato istituito con decreto ministeriale dell’8 agosto 2014. Il Codice della normativa statale in tema di ordinamento e mercato del turismo (Dlgs. 79/2011), infatti, aveva previsto la sua creazione al fine di promuovere il coordinamento dei soggetti operanti nel settore turismo con la politica e la programmazione nazionale.

In particolare, il Comitato promuove azioni in vari campi. Rende, innanzitutto, possibile una identificazione omogenea delle strutture pubbliche dedicate ai servizi del turista. Nell’ambito del settore, promuove accordi di programma con le Regioni e progetti di formazione nazionale svolgendo un importante ruolo di raccordo e cooperazione tra regioni, province e comuni e le istituzioni di governo. Importante è anche il sostegno e l’assistenza data alle imprese che concorrono a riqualificare l’offerta turistica nazionale. L’immagine dell’Italia viene promossa evidenziando i sistemi turistici di eccellenza e garantendo, allo stesso tempo, pari opportunità e comunicazione unitaria.

All’interno del Comitato è assicurata la rappresentanza di tutti i soggetti pubblici e privati che operano nel settore turistico. I suoi componenti non hanno diritto ad alcun compenso, emolumento, indennità o rimborso spese.

Appronfodimenti:

Decreto di integrazione: Nomina di un rappresentante nel Comitato permanente di promozione del turismo in Italia

Rispondi