centri-storici-paesaggioIl 14 marzo 2018 si celebrerà la seconda edizione della Giornata nazionale del Paesaggio istituita nel 2016 con l’obiettivo di richiamare il paesaggio quale valore identitario del Paese e trasmettere alle giovani generazioni il messaggio che la tutela del paesaggio e lo studio della sua memoria storica costituiscono valori culturali ineludibili e premessa per un uso consapevole del territorio e uno sviluppo sostenibile. Su “Centri storici e pianificazione paesaggistica” farà il punto la conferenza organizzata a Pescara con il riconoscimento dei crediti formativi da parte dell’Ordine degli Architetti e dal Collegio dei Geometri di Pescara.

Tali aspetti aderiscono in pieno anche con le finalità dell’Anno europeo del patrimonio culturale, che si celebra proprio quest’anno, “di incoraggiare la condivisione e la valorizzazione del patrimonio culturale dell’Europa quale risorsa condivisa, sensibilizzare alla storia e ai valori comuni e rafforzare il senso di appartenenza a uno spazio comune europeo”.

IL CONVEGNO

Il Convegno pone al centro della discussione le diverse forme di tutela e valorizzazione da attuare nei confronti del vasto patrimonio regionale rappresentato dall’edilizia diffusa dei borghi, mai sufficientemente salvaguardato in passato dalla pianificazione regionale e locale. L’occasione vuole riportare l’attenzione anche sulla stesura, tuttora in corso, del nuovo piano paesaggistico per l’Abruzzo, il più importante strumento condiviso di salvaguardia del territorio, in grado di fornire alle amministrazioni locali, ai tecnici e alla collettività gli elementi guida per la stesura dei piani particolareggiati di recupero.

LA SOPRINTENDENTE MENCARELLI

Secondo la Soprintendente Rosaria Mencarelli “questi strumenti debbono favorire un innalzamento della qualità progettuale sul territorio, progettazione che deve essere in primo luogo di recupero degli habitat costituiti dai centri e borghi storici. Non dimentichiamo che non esiste ancora, in Italia, una legge sul consumo del suolo, sempre più urgente e pressante se vogliamo veramente preservare quanto più possibile un paesaggio che non può più sostenere il quasi sempre incongruo processo di antropizzazione al quale è sottoposto”.

Approfondimenti:

https://www.sabap-abruzzo.beniculturali.it/giornata-nazionale-del-paesaggio-2018-abruzzo/

Rispondi