Alcuni film sostenuti dal sottoprogramma MEDIA di Europa Creativa si sono aggiudicati numerosi premi nel corso di questo fine settimana. Ieri sera, durante la novantesima edizione degli Oscar, “Chiamami col tuo nome”, diretto da Luca Guadagnino, ha vinto l’Oscar per la Miglior sceneggiatura non originale (la sceneggiatura originale era di James Ivory).

Venerdì sera cinque film sostenuti da MEDIA hanno vinto numerosi premi ai Césars, celebrando così il successo del programma. “120 battiti al minuto” (diretto da Robin Campillo) ha vinto sei premi: Miglior film, Miglior debutto maschile a Nahuel Pérez Biscayart, Miglior attore non protagonista a Antoine Reinartz, Miglior montaggio a Robin Campillo, Miglior colonna sonora a Arnaud Rebotini e Miglior sceneggiatura a Robin Campillo.

“Au revoir là-haut” (diretto da Albert Dupontel) ha ricevuto cinque Césars: Miglior regia, Migliori costumi a Mimi Lempicka, Miglior scenografia a Pierre Quefféléan, Miglior fotografia a Vincent Mathias e Miglior sceneggiatura non originale a Albert Dupontel e Pierre Lemaitre.

Il film “Barbara” (diretto da Mathieu Amalric) ha vinto il premio per la Migliore attrice, assegnato a Jeanne Balibar, e per il Miglior sonoro a Olivier Mauvezin, Nicolas Moreau e Stéphane Thiébaut. “I am not your negro” (diretto da Raoul Peck) ha ricevuto il premio César come Miglior documentario. “Le brio” (diretto da Yvan Attal) ha ricevuto il premio per il Miglior debutto femminile per l’interpretazione di Camélia Jordana.

Rispondi