Al via il “Progetto spazio orientamento per l’architettura” che il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori ha ideato per valorizzare, tra le altre iniziative, la figura dell’architetto anche attraverso alcune proposte per migliorare le modalità di accesso alla professione e far emergere i migliori talenti.

Propedeutiche al Progetto – che è stato definito dal Dipartimento Università, Esami di Stato e Tirocinio in sinergia con gli Ordini territoriali – tutta una serie di azioni, promosse anche attraverso forme di collaborazione con la CUIA, Conferenza Universitaria Italiana di Architettura, e con il MIUR, tese alla definizione di un nuovo modello di relazioni tra formazione universitaria, tirocinio, esami di stato, esercizio della professione, aggiornamento e sviluppo professionale.

Convinzione del Consiglio Nazionale degli Architetti è che la dimensione e il valore strategico del sistema italiano dell’architettura richiedano un radicale cambio di prospettiva: esso è, infatti, una risorsa per il Paese e può essere altamente competitivo e attrattivo sul piano internazionale, un asset importante, dunque, del “made in Italy”.

Il “Progetto spazio orientamento per l’architettura” prevede – a livello locale e nazionale – la promozione e la diffusione di “Open, Studi Aperti”, l’iniziativa del Consiglio Nazionale – attraverso il Dipartimento Promozione della Cultura Architettonica e della figura dell’Architetto – per far conoscere ai cittadini il mondo dell’architettura e gli ambiti in cui operano i singoli architetti; di “Architetti in classe”, progetti di educazione all’architettura rivolti alle scuole primarie e secondarie; di Laboratori di orientamento alla professione di architetto ossia, un insieme di attività da attuare durante le diverse fasi del percorso Alternanza scuola lavoro.

Prevede anche l’intensificazione dei rapporti con le Università al fine di organizzare, d’intesa con il MIUR, un Open day unico nazionale, una settimana durante la quale il sistema ordinistico (Ordini, Federazioni/Consulte regionali) e le Università organizzino eventi ed azioni di incontro e di orientamento pre-universitario; valorizzare il ruolo degli Ordini degli Architetti nei Comitati di indirizzo per realizzare la programmazione dei percorsi formativi in linea con i profili professionali richiesti dal mercato del lavoro; sviluppare una metodologia condivisa per quanto riguarda il tirocinio e l’Esame di Stato; istituire, infine, percorsi formativi coordinati tra il consiglio Nazionale ed il MIUR per i docenti delle scuole iscritti all’Ordine.

“Progetto spazio orientamento per l’architettura” sarà illustrato nel corso di un Seminario che si terrà domani, mercoledì 7 marzo, nella sede del Consiglio Nazionale degli Architetti in via di Santa Maria dell’Anima, 10 (ore 9).

Rispondi