bandiera-europa ue

Chiavari, Trieste, Ventotene, Norcia, Bologna, Napoli e Palermo: per celebrare l’Anno europeo del patrimonio culturale, la Rappresentanza in Italia della Commissione europea promuove Animus Loci, un itinerario culturale attraverso una serie di luoghi italiani con una forte valenza europea. Nell’ambito di questo itinerario, la Rappresentanza – d’intesa con il ministero dei Beni culturali – lancia il concorso nazionale di narrativa breve “Animus Loci: tracce d’Europa nel cuore d’Italia”, finalizzato alla realizzazione di racconti ambientati in uno di questi luoghi o che ne ripercorrono lo spirito, valorizzandone il contributo alla cultura e all’identità europea.

IL CONCORSO

Il concorso è aperto ai giovani tra i 17 e i 25 anni, residenti o domiciliati in Italia. I racconti, di lunghezza non superiore a quattro cartelle, dovranno essere redatti in lingua italiana, inediti e non premiati né segnalati in altri concorsi. Potranno riguardare fatti realmente accaduti o immaginari e dovranno essere inviati (all’indirizzo email comm-rep-it-info@ec.europa.eu) entro il 30 aprile. Gli elaborati saranno valutati da una giuria composta da funzionari della Commissione europea, che ne esaminerà la qualità letteraria, l’originalità del contenuto, la coerenza con i temi del concorso e la capacità di coinvolgimento emotivo. I risultati del concorso saranno resi noti entro giugno; saranno proclamati sette vincitori (uno per ciascuno dei luoghi dell’itinerario Animus Loci) che saranno premiati con una targa di riconoscimento nell’ambito di uno o più eventi organizzati dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea entro la fine del 2018. Nel corso di tali eventi, i racconti potranno essere letti da personalità del mondo dell’arte e della cultura. La giuria si riserva inoltre la facoltà di assegnare altri premi. La partecipazione è gratuita.

LE TAPPE DI “ANIMUS LOCI”

“Animus loci” ripercorrerà sette luoghi italiani che hanno contribuito alla nascita dell’Europa e della sua cultura:

  • Chiavari, dove è conservato il manoscritto della “Giovine Europa” di Mazzini (Europa dei popoli)
    Trieste, crocevia della letteratura mitteleuropea (Flusso di coscienza europeo);
  • Ventotene, dove Altiero Spinelli, Ernesto Rossi e Ursula Hirschmann concepirono il manifesto “Per un’Europa libera e unita” (Europa, sogno di libertà)
  • Norcia, culla della cultura benedettina (Europa, fiaccola di civiltà)
  • Bologna, sede dell’Alma Mater Studiorum, la più antica università europea (Europa delle università e della circolazione del sapere)
  • Napoli, sede del più antico teatro dell’opera europeo (Il linguaggio dell’arte nell’Europa dei lumi)
    Palermo, città simbolo della dieta mediterranea (Europa mediterranea, crogiuolo di culture, popoli e cibi)

 

Leggi anche:

La cultura europea nei luoghi d’Italia: un percorso alla scoperta dell’“Animus loci”

Cultura, Covassi (Ue): elemento per avviare una primavera europea profonda ed aperta ai cittadini

 

Per approfondimenti:

Concorso nazionale “Animus Loci: tracce d’Europa nel cuore d’Italia”

Rispondi