Dalla nostra inviata a Bruxelles – Il futuro dell’Europa si riunisce a Bruxelles per parlare di cultura. Cento studenti da 33 scuole sono nella Capitale del Vecchio Continente per partecipare all’edizione 2018 di “Your Europe, Your Say!”, iniziativa promossa dal Comitato economico e sociale europeo (Cese). Nell’Anno europeo del patrimonio culturale gli studenti saranno chiamati a riflettere su come meglio tutelare e promuovere il nostro grande patrimonio comune, a discutere sul ruolo della cultura per il nostro presente e il nostro futuro, a proporre soluzioni e a votarle. Facce sorridenti ed emozionate affollano la sala da cui oggi ha preso il via l’evento: i cento giovani che sono a Bruxelles rappresentano il futuro dell’Europa e saranno loro a decidere quale direzione dovrà prendere l’Unione europea negli anni a venire.

“Un futuro più giovane per la cultura europea” è il tema di discussione proposto ai partecipanti a questa edizione. I giovani avranno la possibilità di condividere le loro idee in merito al ruolo della cultura in settori molto diversi, quali l’identità dell’Europa, la sua rinascita culturale, sociale ed economica e le maggiori opportunità di occupazione per le giovani generazioni. A fare gli onori di casa accogliendo gli studenti, Goncalo Lobo Xavier e Luis Planas, rispettivamente vicepresidente e segretario generale del Comitato economico e sociale europeo. “Siete nel centro dell’Europa – è il messaggio che entrambi hanno rivolto ai giovani – e noi abbiamo bisogno delle vostre idee”. Per l’Italia c’è il liceo scientifico Benedetti di Venezia: Damiano, Gregorio e Alessandro, della IV B – accompagnati dalla loro professoressa di inglese Elisabetta Battistel – rappresenteranno il Belpaese in questa due giorni a Bruxelles.

Rispondi