Festa della musica PalermoCreazione di un nuovo logo, predisposizione di un sito europeo e di materiale informativo comune, organizzazione di un flashmob a Bruxelles, collaborazioni tra i paesi e scambi artistici in vista della prossima festa della musica del 21 giugno 2018. Sono alcuni dei punti del primo incontro programmatico tra tutti i partner, che ha coinvolto anche otto paesi Europei con l’obiettivo anche di ridare vita all’Associazione europea della Fête de la Musique creata a Bruxelles nel 1995 e da anni non più attiva. A tal fine, lo scorso 9 e 10 marzo, è stato organizzato a Palermo, alla presenza del Sindaco Leoluca Orlando, il primo incontro programmatico tra tutti i partner, che ha coinvolto anche otto paesi Europei (Belgio, Francia, Germania, Grecia, Polonia, Repubblica Ceca, Slovenia, Ungheria). Hanno partecipato per l’Italia: Silvia Costa, Europarlamentare Membro della Commissione per la cultura e l’istruzione; Paolo Masini, MiBACT; Marco Staccioli, AIPFM; Paolo Varriale, Assomusica; Claudio Formisano, CAFIM; Giuseppe Marasco, MEI.

Assomusica (Associazione di organizzatori e produttori italiani di spettacoli musicali dal vivo) è tra i promotori – insieme a MIBACT, AIPFM CAFIM e MEI – dell’edizione 2018 della Festa della Musica: “un importante evento di valorizzazione della ricchezza socio – culturale del settore, che si apre alla diffusione e allo sviluppo internazionale attraverso la creazione di una rete europea”. Questo appuntamento ha sancito, spiegano dall’associazione, anche “la ripresa del dialogo e della collaborazione con i partners internazionali e ha posto le basi per una nuova e fattiva collaborazione. Tra gli altri un obiettivo è anche quello di avviare azioni e progetti comuni, scambi artistici e di buone pratiche che consentano di preparare strategie per accedere ai nuovi programmi della Commissione Europea ‘Music Moves Europe’”.

LE AZIONI CONDIVISE

Tutti i soggetti coinvolti hanno convenuto sulla necessità di dare nuovo impulso alla rete e hanno condiviso le seguenti decisioni:
Riattivazione dell’Associazione europea della Fête de la Musique creata a Bruxelles nel 1995 e da anni non più attiva;

  • Redazione della Carta di Palermo, il nuovo protocollo d’accordo dei membri dell’associazione, che definisca le condizioni di adesione e ne consenta l’apertura a nuovi partners europei;
  • Creazione di un nuovo logo comune che permetta di identificare l’evento Festa della Musica in tutti paesi con la possibilità di declinazione nelle diverse lingue;
  • Attivazione dei social networks, definizioni di hashtags comuni, che consentano di censire il pubblico europeo dell’evento Festa della Musica;
  • Creazione di supporti di comunicazione europei, sito web, depliant etc. che integrino eventi e fatti significativi nei diversi paesi, e i dati europei di audience della Festa della Musica;
  • Attivazione delle collaborazioni artistiche per la prossima edizione della Festa della Musica del 21 giugno 2018: scambi artistici, organizzazione di un flashmob europeo a Bruxelles, realizzazione di uno spettacolo tipo “Inno alla Gioia” contemporaneamente in tutti i paesi;
  • Verifica della possibilità di realizzare un concerto il 21 giugno a Bruxelles nei pressi del Parlamento Europeo;
  • Diffusione di informazioni e coinvolgimento della rete europea Elma, di cui Assomusica è capofila, per la massima diffusione a livello europeo delle attività della rete Festa della Musica.

La Festa della Musica si arricchisce, dunque, “aprendosi al contesto europeo, anche attraverso il fattivo contributo e l’esperienza di Assomusica, che da anni opera con referenti internazionali del settore e rappresenta un interlocutore accreditato presso le istituzioni europee”.

Leggi anche:

Palermo, Costa: Con dialogo tra culture ritrova sua vocazione profetica nel Mediterraneo

Rispondi