Il 10 aprile al Museo Dostoevskij di San Pietroburgo sarà inaugurata la mostra d’arte contemporanea “Dostoevskij e Firenze: il principe Miškin compie 150 anni” dell’artista italiano Davide Costantini. L’esposizione rimarrà aperta al pubblico fino al 10 maggio e sarà dedicata alla permanenza di Dostoevskij a Firenze nel 1868, periodo in cui lo scrittore terminò il suo celebre romanzo “L’idiota”. Le opere in esposizione saranno venti e descriveranno, con la tecnica digitale “One Up Art”, il connubio tra la città di Firenze, Dostoevskij e il romanzo “L’idiota”. Nelle opere di Davide Costantini si potrà vedere un intreccio tra passato e presente, tra la Firenze contemporanea e Dostoevskij, in una fusione che lega nel tempo e nello spazio il capoluogo toscano con il grande scrittore russo, creando un ponte culturale tra l’Italia e la Russia.

Un rapporto speciale, testimoniato anche dalle parole della moglie di Dostoevskij: “Alla fine di del novembre 1868 ci spostammo nell’allora capitale d’Italia e andammo a stare nelle vicinanze di Palazzo Pitti – scrisse a proposito del trasferimento a Firenze -. Il cambiamento ebbe di nuovo un effetto benefico su mio marito e noi cominciammo ad andare insieme per chiese, musei e palazzi”.

One Comment

  1. Pingback: Mostra al Museo di Doestoevskij (San Pietroburgo) – OneUp-Art

Rispondi