È tempo di bilanci per a produzione audiovisiva in Trentino-Alto Adige: pochi giorni fa la Giunta provinciale ha approvato il progetto triennale 2018-2020 presentato da Trentino Sviluppo per Trentino Film Commission che prevede supporto alle produzioni; formazione e aggiornamento; partecipazione a mercati di settore nazionali e internazionali; organizzazione di eventi e creazione di modelli di promozione e attrazione di imprese con particolare attenzione all’ambito del videogame; sostegno delle produzioni cinematografiche ecosostenibili tramite il protocollo T-Green Film, per un totale di € 2.068.000, in risorse impegnate per la Film Commission e di cui € 1.647.000 soltanto per il 2018. E’ quanto si legge su “Italy for Movies”, il portale nazionale delle location e degli incentivi alla produzione cinematografica e audiovisiva voluto dalle Direzioni Generali Cinema e Turismo del ministero dei Beni culturali.

Il giusto riconoscimento di un settore in crescita che, nel 2017, ha trasformato poco meno di 1,1 milioni di euro di finanziamenti alle produzioni, in una spesa sul territorio di 3,4 milioni di euro, pari al 306% della cifra erogata. Assieme alla ricaduta economica sono cresciute anche le giornate di permanenza delle produzioni sul territorio, passate da 426 del 2015 a 570 del 2017 e l’impiego delle maestranze, passate da 2.803 nel 2015 a 3.571 nel 2017.

Nel dettaglio, nell’anno appena trascorso, sono stati approvati 17 progetti (erano 14 nel 2016) su 43 domande pervenute: 8 lungometraggi, 2 documentari, 6 produzioni locali, 1 film di animazione, che si vanno ad aggiungere alle numerose produzioni cinematografiche e televisive, anche internazionali, che si sono rivolte a TFC per il solo supporto organizzativo e logistico.

Rispondi