“Lavori di manutenzione delle finiture e adeguamenti normativi presso il Museo MAXXI”. È questo l’oggetto del bando di gara pubblicato da Invitalia in qualità di Centrale di Committenza per il Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo. L’appalto, del valore di oltre 1,4 milioni di euro, prevede lavori di manutenzione delle grandi superfici in calcestruzzo armato a vista che caratterizzano i prospetti esterni del MAXXI, delle scale metalliche di fuga esterne, dei pilastri metallici presenti sui prospetti esterni e di altre superfici metalliche.

La storia del MAXXI inizia nell’autunno del 1997 quando l’allora Ministero per i beni culturali ottiene dal Ministero della Difesa la cessione di un’ampia area nel quartiere Flaminio di Roma, occupata da officine e padiglioni della ex Caserma Montello, in disuso da tempo, con il fine di creare un nuovo polo museale nazionale dedicato alle arti contemporanee. L’architetto anglo-irachena Zaha Hadid vince, nel 1998, il concorso internazionale di idee per la sua progettazione.

I lavori iniziano nel 1999, con il restauro di alcuni edifici della ex Caserma Montello di cui si prevedeva il mantenimento nel progetto di Zaha Hadid, al fine di creare uno spazio espositivo temporaneo e sperimentare così la programmazione culturale della futura istituzione nel corso dei successivi anni necessari alla sua completa realizzazione. Il MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo viene inaugurato il 28 maggio 2010.

Rispondi