Simposio Italia Giappone
(Foto da www.unimi.it)

“Italy and Japan: Relations and Exchanges through the Arts” è il titolo del simposio internazionale che si terrà il 5 e 6 aprile presso la Sala Napoleonica di via S. Antonio 12, a Milano.

Promosso dal dipartimento di Beni culturali e ambientali dell’Università Statale di Milano, con il supporto della Ishibashi Foudantion di Tokyo e il coordinamento di Rossella Menegazzo, docente di Culture dell’Asia centrale e orientale, il simposio riunisce studiosi, artisti, museali, professionisti del mondo dell’arte, del design, dell’architettura, dei beni culturali italiani e giapponesi per presentare e discutere di esperienze d’incontro e d’eccellenza tra i due Paesi a partire dal XVI secolo fino a oggi.

“Il simposio – si legge sul sito informativo dell’Università Statale di Milano – segna un momento conclusivo del dibattito di questi ultimi anni sui tanti, diversi e in parte ancora sconosciuti rapporti e scambi in campo artistico e creativo tra Italia e Giappone, raccontati da un ciclo di iniziative inaugurate nel 2016, in occasione dei 150 anni dall’inizio delle relazioni diplomatiche tra i due Paesi, e che ha visto l’Università Statale partner e luogo privilegiato di un percorso di promozione e ricerca sulle arti e le culture dell’Asia orientale. Dalle grandi mostre in prestigiose sedi italiane come ‘Domon Ken. Il maestro del realismo giapponese’ (Ara Pacis Roma, 2016), ‘Hokusai Hiroshige Utamaro’ (Palazzo Reale Milano, 2016-17), ‘Hokusai. Sulle orme del Maestro’ (Ara Pacis Roma, 2017-18), ‘Kuniyoshi. Il Visionario del Mondo Fluttuante’ (Museo della Permanente Milano, 2017-18) e ‘Hiroshige. Visioni dal Giappone’ (in corso alle Scuderie del Quirinale) agli eventi in Ateneo come il concerto dell’Ensemble giapponese Sakura-Komachi (maggio 2016) e la Cerimonia del tè Buke-sado (novembre 2016), il ciclo di iniziative ha visto il costante supporto del dipartimento di Beni culturali e ambientali della Statale. Tante, infine, le contaminazioni con il mondo del teatro, come la giornata di studio internazionale Un bel dì vedremo: il Giappone ai tempi di Madama Butterfly, presso il Teatro alla Scala, in occasione della prima della stagione teatrale del dicembre 2016, con l’opera Madama Butterfly, diretta dal maestro Chailly, e con il mondo dell’arte e del design, come il Fuori Salone del Mobile e le molte iniziative e collaborazioni portate avanti tra gli spazi dell’Ateneo durante l’attesa manifestazione cittadina”.

“Ad aprire il simposio, un evento dal forte impatto simbolico per la condivisione e la trasmissione di saperi tra culture come l’annuncio – alla presenza del Taiji Nishijma, direttore esecutivo della Ishibashi Foundation – della donazione da parte della fondazione di circa 300 volumi di storia dell’arte giapponese alla Biblioteca di Storia dell’arte, della musica e dello spettacolo del dipartimento di Beni culturali e ambientali, per incoraggiare lo studio e la formazione di nuovi studiosi in ambito artistico giapponese. Gli interventi saranno in italiano e giapponese, con traduzione simultanea. Nella scheda Eventi correlati, il link alla registrazione. Il simposio è promosso con il patrocinio dell’Ambasciata del Giappone e dell’Istituto di Cultura Giapponese a Roma, del CARC (Centro Interdipartimentale di Ricerca sull’Asia Contemporanea) e del dipartimento di Scienze della mediazione linguistica e culturale dell’Università Statale”.

Rispondi