Palazzo_di_Bonifacio_VIII_ad_Anagni_(FR)Spagnoli e australiani dall’estero e laziali, campani e toscani dall’Italia. E’ l’identikit dei visitatori che nel weekend di Pasqua e Pasquetta si sono recati al Palazzo di Bonifacio VIII ad Anagni, nota come la città dei Papi, che ha dato i natali a quattro pontefici ed è stata a lungo residenza papale. Una tappa molto visitata quest’anno come evidenziato dai dati raccolti grazie alla biglietteria elettronica del Palazzo di Bonifacio VIII. “Rispetto alla Pasqua dello scorso anno, gli ingressi al Palazzo sono quasi raddoppiati – ha dichiarato Federica Romiti, direttrice del Palazzo Bonifacio VIII -. Ora siamo in grado di specificare il luogo di provenienza dei nostri visitatori: riguardo le presenze straniere, spagnoli ed australiani sono stati i più numerosi; mentre gli italiani si sono mossi principalmente da Lazio, Campania e Toscana”.

Questa Pasqua 2018 ha rappresentato anche un’occasione per lanciare la Bottega delle Monachelle, il nuovo bookshop e punto vendita aperto nel Palazzo. Stando a quanto dichiarato dalla responsabile del progetto Simona Tavani, i visitatori hanno molto apprezzato la filosofia e i prodotti della Bottega. “Il bilancio, quindi, è positivo – hanno sottolineato da Archeoares, la società che gestisce i servizi del Palazzo anagnino – e ben si allinea con le strategie attuate al fine di inserire Anagni in una rete più ampia che colleghi tutte le strutture da noi gestite (il Palazzo dei Papi di Viterbo e la Rocca dei Papi di Montefiascone), valorizzando il filo conduttore, quello dei papi fuori da Roma, che accompagni il turista in un’area geograficamente più ampia e che giovi, così, all’economia di tutti”.

Rispondi