Città, borghi, castelli: i paesaggi più belli d’Italia si sono trasformati spesso in set cinematografici facendo da sfondo ad alcuni dei film che hanno fatto la storia della settima arte made in Italy. A loro è dedicato il cineclub “Paesaggi e città italiane nel cinema nell’Anno europeo del patrimonio culturale”, organizzato in Ucraina dall’Ambasciata d’Italia e l’Istituto italiano di cultura di Kiev. Cinque film in proiezione – dal 13 aprile al 15 giugno nella sede dell’Ambasciata – per scoprire le bellezze paesaggistiche dell’Italia raccontate dal grande cinema.

I CINQUE FILM IN PROGRAMMA

Dall’indimenticabile “Il sorpasso” di Dino Risi – dove Gassman e Trintignan fuggono da una Roma deserta e si spingono fino in Toscana attraversando la costa tirrenica tra la provincia di Livorno e Grosseto – al più recente “Il racconto dei racconti” di Matteo Garrone che “fotografa” la bellezza suggestiva di Toscana, Lazio, Sicilia e Puglia. Memorabili anche le scene di “Caro diario”: sono passati 25 anni da quando Nanni Moretti ci portava in giro con la sua vespa per farci scoprire l’architettura della Capitale e i paesaggi delle Eolie. Girato a Lampedusa, città dai contrasti esplosivi, è “Respiro” di Emanuele Crialese mentre attraversa lo Stivale – da Torino a Reggio Calabria – “Il padre d’Italia”, road movie di Fabio Mollo. Tutte le proiezioni sono in programma alle 18: si inizia il 13 aprile con “Caro diario” e si continua il 20 con “Il racconto dei racconti”. Il 4 maggio è la volta di “Respiro” mentre il 18 sarà proiettato “Il padre d’Italia”. Il cineclub si conclude il 15 giugno con “Il sorpasso”.

Rispondi