Molto più che un involucro: le copertine dei libri raccontano una storia e suggeriscono quello che ci aspetta se decidiamo di sfogliare quelle pagine. Funzionali, di design o commerciali: le copertine diventano un accessorio immancabile di un vestito speciale. Si chiama “Buona la prima. Le migliori copertine dell’anno scelte dagli esperti” la mostra che dopo aver fatto tappa a Milano – fino al 12 marzo scorso a Tempo di Libri – arriva a Londra, all’Istituto italiano di cultura, nell’ambito della London Book Fair. L’esposizione, ideata e curata da Stefano Salis, sarà inaugurata il 9 aprile e rimarrà aperta al pubblico per la durata della London Book Fair.

SESSANTA COPERTINE IN MOSTRA

Per questa mostra, una giuria di venti specialisti (grafici, illustratori, editor, giornalisti e bibliofili) ha scelto le migliori uscite in Italia nel corso del 2017. Ogni giurato ha votato tre copertine, senza distinzione tra narrativa e saggistica, cartonati e tascabili – per un totale di 60 libri in mostra – motivando la propria scelta con una nota. La giuria ha assegnato anche un “Premio della critica” alla migliore copertina, che è andato a Viaggio in Islanda (pubblicato da La Grande Illusion) di Guido Scarabottolo. L’inaugurazione nella City sarà preceduta da una conversazione tra Stefano Salis (Il Sole 24 Ore) e Matteo Codignola (Adelphi Edizioni) sullo stato dell’arte della grafica (e dell’editoria) italiana di oggi.

Rispondi