MUSEI-REALI-DI-TORINO-PALAZZO-REALEConsip ha pubblicato un bando per l’affidamento in concessione dei servizi museali presso i Musei Reali di Torino. I servizi oggetto della concessione sono costituiti da biglietteria, museumshop e servizi educativi (organizzazione e gestione di percorsi/laboratori didattici e di eventi a carattere educativo/ricreativo, predisposizione e noleggio audioguide e radioguide, realizzazione di un’App) e sono da eseguirsi presso i Musei Reali di Torino, come descritto nel Progetto. La durata della Concessione (escluse le eventuali opzioni) è di 5 anni. Il valore complessivo è stimato in 9.771.085,00 al netto dell’Iva. Le offerte possono essere presentate fino alle 16 del 4 giugno 2018.

LA CONCESSIONE

La concessione è costituita da un unico lotto poiché sia sotto il profilo funzionale sia sotto il profilo prestazionale i servizi oggetto di affidamento necessitano di una gestione congiunta e integrata. In particolare la biglietteria svolge attività di vendita sia dei titoli di accesso sia dei servizi educativi; l’infrastruttura informatica di supporto è integrata, ossia gestisce sia la vendita on site sia la vendita off site dei biglietti e dei servizi educativi, anche mediante un’unica transazione economica; museumshop e biglietteria si trovano in ambienti contigui, per cui la gestione congiunta dei due servizi consente il perseguimento di economie di scopo derivanti dalla condivisione dei medesimi fattori produttivi, quali spazi e risorse. L’unicità del lotto è infine funzionale alla garanzia del mantenimento dell’equilibro economico finanziario e alla sostenibilità dell’iniziativa.

IL VALORE DELLA CONCESSIONE

Il valore della concessione per i 5 anni è fissato in 9.771.085,00 al netto dell’Iva ed è così composto: per il servizio di biglietteria e i servizi educativi 8.475.921,00 di euro, per il servizio di museumshop 1.295.164,00 euro. Il valore della concessione è stato calcolato considerando i seguenti elementi: stima del potenziale incasso derivante dalla vendita dei titoli di accesso, dei servizi educativi (organizzazione e gestione di percorsi e laboratori didattici e di eventi a carattere educativo e ricreativo, predisposizione e noleggio di audioguide e radioguide, realizzazione di un’App) e dalla vendita dei prodotti del museumshop.

Non rientrano nella stima del valore della concessione gli incassi derivanti dalla vendita di abbonamenti e card (Abbonamento Musei e Torino e Piemonte Card). Nello specifico è stata condotta un’analisi per i servizi in concessione basata sui dati storici relativi agli incassi da biglietteria dei Musei Reali e all’andamento dei servizi accessori alla visita in strutture museali similari; per ogni servizio si è tenuto conto dell’utenza potenziale e del relativo tasso di crescita, tenendo in considerazione il tasso di utilizzo (numero utenti/numero visitatori) e la spesa media (biglietto medio, scontrino medio, ecc.).

Rispondi