ArchitettiIn programma presso il Teatrino di Corte del Palazzo Reale di Napoli domani, 27 aprile, l’incontro “Le città del futuro: scenari, visioni, piani e progetti” organizzato dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori e dalla Federazione degli Ordini della Campania.

All’incontro (ore 9 – 13) – che rappresenta la dodicesima tappa di avvicinamento al Congresso Nazionale degli Architetti PPC italiani che si terrà a Roma dal 5 al 7 luglio prossimi – parteciperanno professionisti, rappresentanti delle istituzioni locali e nazionali, esponenti politici, studiosi e docenti universitari.

Il percorso verso il Congresso Nazionale è, infatti, caratterizzato da una serie di incontri e di dibattiti sul territorio sul futuro dell’abitare, delle città e dei territori, con una serie di proposte – che saranno lanciate a luglio – per un nuovo paradigma della qualità della vita urbana.

La prospettiva con la quale il Consiglio Nazionale intende affrontare le tematiche congressuali è quella di mettersi a disposizione del sistema Paese per rispondere all’ esigenza dei cittadini di vivere in luoghi sicuri, sani e più belli e per creare, attraverso un ripensamento delle città, le condizioni per riavviare l’economia, promuovere le iniziative imprenditoriali, valorizzare i beni culturali, richiamare gli investimenti.

Tutti temi, questi, che saranno affrontati nel corso dell’incontro di venerdì prossimo con un approfondimento sulla situazione della Campania caratterizzata da specifiche peculiarità, valori e caratteristiche territoriali, una vera e propria “Campania plurale” costellata da un panorama variegato ed eterogeneo per realtà fisiche, economiche e culturali: dalle criticità della Città metropolitana di Napoli, in continua espansione verso l’interno fino ad una fusione con la provincia di Caserta, alle esigenze delle province di Avellino, Benevento e Salerno, caratterizzate da aree rurali e dalla desertificazione di piccoli centri sparsi. Verranno anche illustrati alcuni dati di una ricerca che è stata commissionata dal Consiglio Nazionale al Cresme che si concentrerà sulla situazione economica della Campania.

L’incontro “Le città del futuro: scenari, visioni, piani e progetti” sarà aperto dai saluti di Salvatore Visone, Presidente dell’Ordine degli Architetti PPC di Napoli e Provincia; Luciano Garella, Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio, Mibact; Erminio Petecca, Federazione degli Ordini degli Architetti della Campania.

Alle ore 9,30 prevista la relazione di Giuseppe Cappochin, Presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti PPC sugli obiettivi del Congresso Nazionale cui faranno seguito gli interventi di Luigi Fusco Girard, DIARC Federico II; Marco Borrelli, Consigliere dell’Ordine degli Architetti PPC di Napoli; Bruno Discepolo, Ordine di Napoli; Giovanni Villani, Ordine di Avellino; Carmine Nardone, Ordine di Benevento; Franco Purini, Ordine di Caserta; Vito Cappiello, Ordine di Salerno.

La mattinata proseguirà con una conversazione tra i Consiglieri Nazionali Lilia Cannarella e Rino La Mendola ed il Presidente dell’Ordine degli Architetti di Napoli, Salvatore Visone.

A chiudere l’ incontro la Tavola Rotonda “I futuri possibili: opportunità e prospettive per il governo della città e dei territori alla quali interverranno – moderati da Mario Abis, Sociologo, Professore Statistica e Ricerche Psicosociali Università IULM Milano / Membro Comitato Scientifico VIII Congresso Nazionale – Fulvio Bonavitacola, Vicepresidente della Regione Campania e Assessore Ambiente e Urbanistica; Paola Nugnes, Senatore della Repubblica; Luigi De Magistris, Sindaco di Napoli; Paolo Foti, Sindaco di Avellino; Clemente Mastella, Sindaco di Benevento; Vincenzo Napoli, Sindaco di Salerno; Carlo Marino, Sindaco di Caserta.

Rispondi