Il dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio della Regione Puglia, in sinergia con la sezione Economia della Cultura ha approvato i progetti triennali relativi ad attività di spettacolo dal vivo e attività culturali di 6 Fondazioni ed Associazioni partecipate di rilevante interesse artistico: la Fondazione Paolo Grassi onlus, la Fondazione La Notte della Taranta, la Fondazione Carnevale di Putignano, la Fondazione Pino Pascali, la Fondazione Giuseppe Di Vagno, l’Associazione Presìdi del libro.

Queste istituzioni successivamente alla presentazione dei propri piani di azione triennali, vanno definendo ed attuando progetti artistici comuni, messi a punto con l’obiettivo di promuovere le eccellenze territoriali del panorama artistico pugliese, in linea con la politica culturale della Regione Puglia. Le stesse Fondazioni si sono date un programma organizzativo comune al fine di rappresentare le proprie peculiarità non solo in campo nazionale, ma anche nell’ambito del territorio europeo. Ad accompagnare le partecipate nel lavoro comune saranno Teatro Pubblico Pugliese, PugliaPromozione e Apulia Film Commission in un’ottica di strategia comune.

I dettagli del progetto verranno presentati in una conferenza stampa che si terrà domani giovedì 3 maggio alle 11.00 nel Foyer del Teatro Petruzzelli di Bari. Interverranno: Loredana Capone, Assessore Industrie Turistiche e Culturali Regione Puglia; Francesco Punzi, presidente della Fondazione “Paolo Grassi”; Giovanni Paolo Loperfido, presidente della Fondazione “Carnevale di Putignano”; Giuseppe Teofilo, presidente della Fondazione “Pino Pascali”; Gianvito Mastroleo, presidente della Fondazione “Giuseppe Di Vagno”; Massimo Manera, presidente della Fondazione “La Notte della Taranta”; Anna Maria Montinaro, presidente dell’Associazione “Presìdi del Libro”; Carmelo Grassi, presidente Teatro Pubblico Pugliese; Matteo Minchillo, direttore generale PugliaPromozione; Maurizio Sciarra, presidente Apulia Film Commission. Presiederà la Conferenza Stampa Massimo Biscardi, sovrintendente della “Fondazione Lirico Sinfonica Petruzzelli”.

Rispondi