torino_1

La Fondazione “Teatro Regio di Torino” avrà un nuovo Sovrintendente: William Graziosi. È quanto stabilito dal decreto di nomina emanato e pubblicato dal Ministero dei beni culturali in data 2 maggio.

L’incarico, con decorrenza dalla data di pubblicazione del decreto, avrà una durata di un anno. Infatti, il nuovo Sovrintendente assumerà la carica fino alla scadenza naturale del mandato precedentemente assunto da Walter Vergnano. Il Consiglio di Indirizzo, infatti, aveva accettato le dimissioni del predecessore di Graziosi con un anno di anticipo.

La nomina del nuovo Sovrintendente segue l’addio di Vergnano dopo 19 anni di mandato. In seguito alle dimissioni, avvenute lo scorso aprile, il Consiglio di Indirizzo del Teatro Regio di Torino aveva provveduto a proporre il nome di Graziosi al Ministero dei beni culturali. La nomina, si precisa nel decreto, aveva ricevuto il voto favorevole della maggioranza assoluta dell’organo.

LA PROCEDURA DI NOMINA

In base a quanto stabilito dallo statuto della Fondazione, il Consiglio di Indirizzo “propone all’Autorità competente in materia di spettacolo il nominativo per la carica di sovrintendente”. Quest’ultimo, infatti, è nominato dal Ministro dei beni culturali su proposta del Consiglio di Indirizzo.

La disposizione citata è frutto della revisione operata in tutti gli statuti delle fondazioni lirico-sinfoniche a seguito dell’entrata in vigore del decreto legge 91/2013. Questo aveva fissato disposizioni urgenti per la tutela, la valorizzazione e il rilancio dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Il decreto legislativo 367/1996, in riferimento agli enti che operano nel settore musicale in fondazioni di diritto privato, aveva inoltre specificato che “il sovrintendente è scelto tra persone dotate di specifica e comprovata esperienza nel settore dell’organizzazione musicale e della gestione di enti consimili”.

Approfondimenti:

Decreto di nomina del Sovrintendente del Teatro Regio di Torino

Rispondi