Lettura libriLa trentunesima edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino, in programma dal 10 al 14 maggio prossimi, vedrà ancora una volta la Toscana tra le regioni protagoniste con un proprio stand. Un appuntamento che la Regione ha preparato nel migliore dei modi nei mesi precedenti (e in quelli successivi) con tutta una serie di incontri rivolti ad operatori del settore, amministratori locali, insegnanti, scrittori, associazioni di categoria, a conferma del proprio impegno a dare voce alla ricchezza delle produzioni legate alla piccola e media editoria toscana e ai progetti di promozione della lettura.

“Ci siamo – ha detto il presidente Enrico Rossi – con i nostri autori ed editori, ma soprattutto con i nostri progetti ed esperienze. Siamo consapevoli del ruolo della cultura come argine e strumento per superare chiusure, pregiudizi e razzismi. Lo stand toscano al Lingotto sarà un luogo di ospitalità, incontro e confronto; un’occasione ed un’opportunità per condividere ed arricchirsi e tornare in Toscana e fare ancora più rete e rilanciare la nostra scommessa per un territorio in cui le idee circolino sempre di più e la lettura venga promossa a tutti i livelli”.

“La presenza toscana al Salone – ha aggiunto la vicepresidente Monica Barni – conferma l’impegno che ci siamo presi in tutti questi anni per stimolare e incentivare tutta la filiera di settore e promuovere la lettura. Un’occasione che continua ad essere fondamentale per la Toscana, un confronto di buone pratiche e uno scambio e dialogo in un contesto nazionale ed internazionale. Quest’anno abbiamo fatto in modo che il Salone diventasse una tappa di un percorso di animazione territoriale, avviato a marzo e che si concluderà in autunno, fatto di eventi, presentazioni di libri ed incontri tutti focalizzati sul libro e sull’educazione alla lettura”.

GLI APPUNTAMENTI OSPITATI PRESSO LO STAND TOSCANO

Si comincia il primo giorno, giovedì 10 maggio, con la tavola rotonda (moderata da Maria Stella Rasetti della Biblioteca San Giorgio di Pistoia) in programma alle ore 15.30 dal titolo ‘Promuovere la lettura per tutti. Buone pratiche a confronto’ al quale, oltre alla vicepresidente Monica Barni, parteciperanno il direttore della Direzione regionale Cultura e Ricerca Roberto Ferrari, Elena Giacomin della Libreria la Casa sull’Albero di Arezzo con il progetto ‘Io le storie me le lego al dito’, Ilaria Tagliaferri del Centro regionale Biblioteche Ragazzi in Toscana, Roberta Solari di Marcos y Marcos editore con il progetto ‘Booksound. I libri alzano la voce’ e Teresa Porcella responsabile della collana ‘Rivoluzioni’ Gruppo Editoriale Istos. Nello stesso giorno da segnalare, alle 16.30, l’incontro dal titolo ‘Parliamo di accessibilità e inbook, libri in simboli in CAA che facili tano l’ascolto della lettura ad alta voce’; dopo l’introduzione di Monica Barni, interverrà Silvia D’Ambrosio, Biblioteca civica di Brugherio e referente Rete Biblioteche inbook.

Venerdì 11 maggio, alle 12.30, all’incontro dedicato al Premio Francigena, nel corso del quale saranno presentati i volumi ‘Il pellegrinaggio dei murphy’ e ‘Sulle orme dei pellegrini’, parteciperanno l’editore e ideatore del Premio Luca Betti, il vincitore dell’edizione 2017 Riccardo Bardotti, il presidente dell’Associazione Europee Vie Francigene Massimo Tedeschi ed il sindaco di Monteriggioni Raffaella Sanesi.

Tre gli incontri da segnalare per domenica 13 maggio. Oltre a quello alle 10.30 sulla presentazione del volume su Machiavelli, alle 14.00, nello stand della Toscana, ‘Primi di Toscana’ ovvero la sfida dei primi piatti fra gli allievi delle scuole alberghiere della Toscana. Interverranno l’assessore regionale a istruzione formazione e lavoro Cristina Grieco e rappresentanti del mondo della scuola e chef. Alle 15.30 la presentazione del ‘Libro Bianco sulle politiche di accoglienza di richiedenti asilo politico e protezione internazionale’ da parte dell’assessore regionale alla presidenza Vittorio Bugli.

L’ultima menzione spetta ad un incontro in programma l’ultimo giorno, lunedì 14 maggio alle ore 12.30 dal titolo ‘A 40 anni dalla legge Basaglia’ con Claudio Ascoli del teatro di Chille de la Balanza e Franco Corleone, curatore della chiusura degli OPG in Italia e garante dei diritti dei detenuti della Toscana.

LA TOSCANA AL SALONE. COME SEGUIRLA SU WEB E SOCIAL

Saranno 46 le case editrici toscane che arriveranno a Torino; 21 di queste organizzeranno 41 presentazioni di libri. La Toscana è al padiglione 3 stand s25 r26. La presenza al Salone si potrà inoltre seguire dalla pagina speciale di Toscana Notizie, il quotidiano online dell’Agenzia di informazione della Giunta regionale, e dal sito regionale, sui social con #toscanalegge #leggereintoscana e #SalTo18, sui profili facebook e instagram di Toscana Notizie e su quello facebook di Leggere in Toscana.

Rispondi