Apre a Roma Palazzo Merulana, un nuovo spazio per la cultura e l’arte a disposizione della città: dall’abbandono alla rinascita, il vecchio Ufficio di Igiene torna a splendere. Il 10 maggio presentazione per la stampa, mentre l’apertura al pubblico avverrà da venerdì 11 con orario continuato dalle 9 alle 20 per tutto il mese di maggio. L’imponente struttura in stile umbertino, che era stata parzialmente abbattuta negli anni Sessanta e poi lasciata in rovina, torna come non l’avete mai vista. All’interno lo spazio ospiterà la splendida collezione di opere della Fondazione Elena e Claudio Cerasi. Ma il Palazzo non sarà un semplice luogo espositivo, quanto piuttosto uno spazio per la produzione di eventi culturali. Un attrattore sociale che vuole mettere insieme e far partecipare i cittadini, le loro associazioni, e le comunità dell’Esquilino, uno dei quartieri più multietnici della capitale.

Una cultura di qualità fatta con il contributo dei cittadini, valorizzando un’operazione di recupero e “ricucitura urbana”. Eventi, letture, spettacoli, presentazioni di libri, incontri con autori e scrittori, grandi personalità dell’arte contemporanea, momenti di formazione e di rivalorizzazione di una bella tradizione artigianale e artistica, occasione di incontro anche solo per prendere un caffè leggendo un libro o chiacchierando con gli amici: tutto questo vuole essere Palazzo Merulana, uno spazio per arte e cultura, nuovo anche nella concezione.

Nel cuore di Palazzo Merulana ci saranno le opere della collezione della Fondazione Cerasi. Una straordinaria raccolta principalmente dedicata alla Scuola Romana e all’arte Italiana tra le due guerre, che si combina perfettamente con l’edificio costruito nel 1929 e con l’intero quartiere, realizzato a cavallo dei due secoli scorsi e nei primi decenni del Novecento. La Collezione Cerasi sarà visibile fin dal piano terra con le grandi vetrate aperte sulla strada, che svelano la Sala delle Sculture, a fruizione completamente gratuita con opere di Antonietta Raphael e di altri artisti suoi contemporanei ma anche opere di Ceroli, Pugliese e Penone.

Salendo, nel Salone al secondo piano si potranno ammirare opere di Mafai, Donghi, De Chirico, Cambellotti, Capogrossi, Balla, tra gli altri. Il terzo piano è la Galleria del Palazzo, uno spazio dinamico affacciato al contemporaneo che sarà luogo di mostre ed eventi culturali. Salendo ancora Palazzo Merulana offre il suo Attico, luogo camaleontico e versatile in grado di adattarsi al meglio ai molteplici stimoli che il Palazzo accoglie.

Il Palazzo, che appartiene al Comune, è stato recuperato grazie ad un project financing dalla famiglia Cerasi e la SAC spa, che dopo l’elegante e accurato restauro, ha messo a disposizione il corpo centrale e più monumentale dell’edificio. La Fondazione Cerasi sceglie CoopCulture come partner per una gestione innovativa del palazzo e una fruizione diffusa della collezione. La conferenza stampa di presentazione di Palazzo Merulana, della collezione e delle attività culturali si svolgerà giovedì 10 maggio 2018 con inizio alle 12. Interventi di: Claudio Cerasi: Il palazzo e la Collezione; Letizia Casuccio, Direttore Generale CoopCulture: Le attività culturali e commerciali; Virginia Raggi, Sindaca di Roma: Conclusioni.

Rispondi