Con l’obiettivo di promuovere l’attuale dibattito sul futuro dell’Europa ed evidenziare il ruolo che hanno le organizzazioni della società civile in questo contesto, torna a Bruxelles l’evento Civil Society Days. Due giorni – il 24 e il 25 maggio – organizzati dal Comitato economico e sociale europeo (Cese) subito dopo la plenaria che ne celebra il 60° anniversario. Le organizzazioni della società civile riunite nel Cese rappresentano “l’Europa al lavoro”, una dimensione che sarà affrontata in questa due giorni a Bruxelles in relazione a un tema che influenza, e continuerà a influenzerà, il futuro del vecchio continente: il mondo digitale. Sei workshop interattivi si concentreranno su come la cittadinanza, la democrazia e la cultura possano svilupparsi e promuoversi in un’Europa digitalizzata. Uno dei panel sarà su “Istruzione e cultura: una sinergia per l’identità europea in tutta la sua diversità”.

ISTRUZIONE E CULTURA: UNA SINERGIA PER L’IDENTITA’ EUROPEA

L’istruzione e la cultura favoriscono il sentimento di appartenenza alla comunità europea, e tuttavia la loro forza non è sufficientemente riconosciuta. Con la rivoluzione digitale ci sono nuovi modi di promuovere l’apprendimento, di condividere il nostro patrimonio e di sviluppare un profondo senso di consapevolezza culturale. Tuttavia, il passaggio al digitale solleva questioni in merito al diritto di accesso all’istruzione e alla cultura. Il seminario – organizzato dalla sezione del Cese specializzata in Occupazione, affari sociali e cittadinanza, dalla Lifelong Learning Platform, da Culture Action Europe e dall’European Federation of Intercultural Learning – cercherà di approfondire i modi in cui l’educazione, la cultura, il patrimonio e la comprensione interculturale contribuiscono alla definizione delle società europee nell’era digitale.

Il workshop cercherà di rispondere ad alcune domande: in che modo l’istruzione e la cultura possono contribuire a formare la cittadinanza europea e a costruire società di apprendimento permanente? Quali sono le condizioni, gli ostacoli da superare e i principi necessari per promuovere un senso di comunità europea attraverso l’istruzione e la cultura? Quali misure possono essere adottate per garantire che le nuove tecnologie siano utili a una più ampia consapevolezza culturale? Il seminario si dividerà in tre sessioni diverse, dalle quali usciranno tre o più raccomandazioni per gli attori politici, da sottoporre a una votazione online. Le tre sessioni del workshop “Istruzione e cultura: una sinergia per l’identità europea in tutta la sua diversità” si concentreranno su: cultura e patrimonio europeo in tempi digitali; dall’educazione alla cittadinanza nelle diverse società; apprendimento interculturale attraverso incontri di persona e online.

Approfondimenti:

Civil Society Days: informazioni e programma

Rispondi