mani cooperativeLa Regione Toscana ha pubblicato un avviso per la concessione di contributi a cooperative di comunità. Le risorse finanziarie messe a disposizione ammontano a 400mila euro ed il cofinanziamento regionale, al massimo il 70% del totale delle spese progetto, va da un minimo di cinquemila euro ad un massimo di 50mila euro. L’avviso è finalizzato alla concessione di contributi a cooperative di comunità, costituite o da costituire, che abbiano la finalità di contribuire a mantenere vive e valorizzare comunità locali a rischio di spopolamento, con particolare riferimento a quelle situate in territori montani e marginali. Per presentare le domande c’è tempo fino alle ore 23.59 di giovedì 21 agosto 2018.

L’Avviso consentirà alla Regione Toscana di valutare possibili interventi normativi o regolamentari finalizzati a rendere maggiormente efficaci ed incisivi futuri eventuali interventi a favore delle cooperative di comunità, anche al fine di ridefinirne la portata territoriale.

IL LIBRO VERDE SULL’ECONOMIA COLLABORATIVA

L’avviso persegue inoltre le finalità individuate nel percorso di confronto territoriale con istituzioni imprese e cittadini che si è concluso con la definizione del Libro Verde sull’economia collaborativa, che prevede uno specifico obiettivo di sostegno a forme di economia collaborativa indirizzate a dare risposta a nuovi bisogni sociali attraverso un approccio mutualistico e cooperativo e alla necessità di creare reti e legami di comunità. Ciascuna cooperativa di comunità può presentare un solo progetto entro 90 giorni dal giorno successivo alla pubblicazione dell’avviso sul BURT, ovvero entro le ore 23.59 di giovedì 21 agosto 2018. Le cooperative ancora da costituire devono impegnarsi, nell’ambito della domanda, alla costituzione ed iscrizione alla CCIAA competente per il territorio dove il progetto viene presentato.

Le cooperative partecipanti dovranno presentare un progetto finalizzato a:

  • offrire servizi alle persone attraverso forme di partecipazione e coinvolgimento di altri soggetti (pubblici e/o privati) operanti nel comune
    e/o
  • realizzare interventi finalizzati al miglioramento della sostenibilità ambientale;

Inoltre tali progetti dovranno garantire la possibilità di poter fruire dei benefici offerti dalle nuove tecnologie nella gestione dei luoghi e dei servizi erogati.

Approfondimenti:

Il link all’avviso pubblico della Regione Toscana

Rispondi