residenze artisticheÈ di circa 273 mila euro il contributo che il Mibact ha assegnato alla Regione Emilia Romagna per sostenere e finanziare lo sviluppo e il potenziamento delle “Residenze artistiche” sul territorio. Il bando, pubblicato dalla Regione, scade l’8 giugno. Le risorse vengono trasferite sulla base dell’intesa, sancita nel 2017, che prevede in particolare che il progetto triennale sulle Residenze venga cofinanziato, con fondi statali e regionali, e che ciascuna Regione individui mediante avviso pubblico i soggetti e le attività di residenza da realizzare nel triennio di riferimento e assegni i contributi secondo quanto previsto dalla propria normativa di settore in materia di attività culturali.

I CENTRI DI RESIDENZA

Possono essere finanziati i Centri di Residenza che accolgono almeno tre diversi artisti o compagini di artisti (distinti da quelli appartenenti all’organizzazione dei soggetti proponenti), almeno uno dei quali sia all’inizio del proprio percorso professionale per ogni annualità del triennio di riferimento (2018-2020). Il numero delle giornate di residenza non deve essere inferiore a 120 l’anno, anche non consecutive, e il periodo di residenza non deve essere inferiore a quindici giorni per ciascun artista/ compagine di artisti ospitati, anche in giornate non consecutive, per ogni anno (per il settore musicale non sussiste il limite minimo di quindici giorni).

Tra le altre misure richieste c’è la valorizzazione dei giovani talenti attraverso la realizzazione di residenze “trampolino”, ovvero artisti agli inizi del loro percorso, che non abbiano al proprio attivo esperienze significative di presentazione personale del proprio lavoro in forma pubblica e non siano già scritturati da strutture di produzione e di diffusione. La quota stanziata sarà per il 60% a carico del Mibact e per il restante 40% cofinanziata dalla Regione.

LE RESIDENZE PER ARTISTI NEI TERRITORI

I requisiti per partecipare al bando sono: accoglienza in residenza di almeno tre diversi artisti o compagini di artisti (distinti da quelli appartenenti all’organizzazione dei soggetti proponenti) ogni annualità del triennio di riferimento; Periodo di residenza non inferiore a quindici giorni per ciascun artista/ compagini di artisti ospitati, anche in giornate non consecutive, per ogni annualità; sostegno economico agli artisti in residenza attraverso un rapporto contrattuale tra le parti. La quota stanziata sarà per il 40% a carico del Mibact e per il restante 60% cofinanziata dalla Regione.

Approfondimenti:

Visualizza la documentazione del bando

 

Rispondi