borghi Campo ligure notturna turismoSi terrà nell’ambito del Festival dello Sviluppo Sostenibile, ad un anno esatto di distanza dalle celebrazioni nazionali dell’Anno Internazionale del Turismo Sostenibile dell’UNWTO, il prossimo lunedì 4 giugno nella sala Spadolini del MiBACT, il convegno che ridefinisce lo stato dell’arte relativamente al turismo durevole in Italia.

Una riflessione corale – si legge sul sito della Dg Turismo del Mibact – sulla natura assolutamente trasversale del principio di sostenibilità. Principio che attraversa tutti i grandi temi turistici affrontati dal Piano Strategico del Turismo 2017-2022. Sostenibilità che, rispetto al forte aumento dei flussi turistici internazionali, impone una scelta di attenzione, rappresenta una sfida sulla crescita con l’impostazione delle Smart Destination e, più in generale, delle smart strategy complessive da adottare.

La raccolta di buone pratiche rappresenta una visione trasversale dei temi turistici su innovazione, mobilità, top destination, valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici, ma soprattutto la governance complessiva. Le best practice scelte rappresentano questa visione; sono rappresentazioni delle mille sfumature che questo argomento può comprendere. Grazie alla condivisione delle competenze, in coerenza con la modalità di stesura del PST, si vuole mettere insieme persone che lavorano sul campo generando le esperienze migliori da condividere.

Molte delle testimonianze presenti rappresentano al meglio le azioni messi in atto dalla Direzione Generale Turismo, affrontano direttamente o indirettamente il tema della sostenibilità e sono compatibili e coerenti con una buona parte del Programma Attuativo 2017-2018.

Dalla startup premiata in occasione dell’appuntamento sulle Top Italian Destination del progetto FactorYmpresa Turismo realizzato con Invitalia, al protocollo d’intesa Enel-MiBACT sui temi della mobilità urbana nelle grandi città; dallo Stato dell’Arte del Comune di Napoli nell’ambito dell’accordo sul Turismo Sostenibile nelle cinque grandi città (Venezia, Roma, Firenze, Napoli e Milano), alla gestione sostenibile dei flussi in un sito UNESCO come Portovenere nelle Cinque Terre; così come tutte le esperienze presenti avranno l’attenzione rivolta ai flussi turistici, alla mobilità, all’innovazione ed al principio trasversale della sostenibilità.

Queste saranno introdotte dalla vision espressa dal Portavoce AsviS, Enrico Giovannini, con un focus sul Turismo e sui diciassette SDGs (Sustainable Development Goals) e dal Direttore Generale Turismo MiBACT, Francesco Palumbo, con un focus sul ruolo della sostenibilità all’interno del PST e del Programma Attuativo Annuale.

Rispondi